in

PSA: Carlos Tavares critica la possibile fusione tra FCA e Renault

Il progetto di fusione tra la Renault e Fiat Chrysler ha ricevuto anche alcune feroci critiche da Carlos Tavares Ceo di PSA

fca psa

Nonostante sia stato accolto da molti con favore, il progetto di fusione tra la Renault e Fiat Chrysler ha ricevuto anche alcune feroci critiche. Una di queste è arrivata da Carlos Tavares, amministratore delegato del gruppo PSA. In una nota inviata lunedì agli alti funzionari del produttore francese, il leader afferma che il gruppo Renault è stato scelto principalmente a causa della sua attuale debolezza, in relazione alle difficoltà incontrate dall’alleanza con Nissan Motor.

“L’attuale valutazione di Renault spiega in gran parte l’interesse di Fiat Chrysler per una fusione”, afferma il capo di PSA, descrivendo l’operazione come “acquisizione virtuale della Renault da parte di Fiat Chrysler”.

Fusione FCA Renault 2019

Tavares suggerisce che l’accordo, sebbene vantaggioso per FCA, potrebbe danneggiare la partnership della Renault con la casa automobilistica giapponese, che è già in corso da due decenni. “La transazione proposta da Fiat Chrysler sembra particolarmente opportunistica, in gran parte a suo vantaggio”, ha detto il capo del gruppo PSA, pur riconoscendo il potenziale delle sinergie. “Per la Renault, questo può essere un punto di forza nelle discussioni con Nissan, ma potrebbe anche indebolire l’alleanza o addirittura portare al suo risultato”.

Il rating interno indica anche i rischi di gestione e di governance, nonché la possibilità di procedure antitrust contro il progetto di fusione tra la società Boulogne-Billancourt e FCA. La transazione “aprirà un periodo di fragilità per i vari giocatori”, conclude l’ex numero due della Renault. Vedremo dunque se le critiche di PSA saranno ascoltate o meno. 

Sembra che tu abbia bloccato le notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento