in

Giovinazzi ritiene di poter beneficiare della partnership con Raikkonen

Sebbene questi primi GP non siano stati esaltanti per lui Giovinazzi pensa di poter migliorare

Antonio Giovinazzi
Antonio Giovinazzi

Antonio Giovinazzi ha ammesso che “non è facile” per lui adattarsi alla competizione in Formula 1 dopo due anni di assenza. Il pilota italiano è comunque fiducioso di migliorare e pensa che la presenza di Kimi Raikkonen possa contribuire a rendergli più facili le cose. Nel suo ruolo di pilota di riserva in Ferrari e Sauber, il giovane italiano ha preso il posto di Pascal Wehrlein in due gare nel 2016 e nel 2017. Prima del 2019 la sua ultima gara è stata il GP del 2017 in Cina, dove si è ritirato. Il giovane pilota italiano ha confessato di avere qualche problema ad ottenere buone prestazioni. “Sono tante le cose che puoi studiare e provare a imparare”, ha detto Giovinazzi.

“Non è solo il volante, devi imparare il warm-up, l’out-lap, i freni, la gestione del traffico. È piuttosto complicato quindi ho bisogno di tempo per imparare questo genere di cose. Non è davvero facile correre dopo due anni senza gareggiare. Queste sono le cose che devo migliorare e questo è quello che sto facendo.” L’anno scorso è stato annunciato che Raikkonen sarebbe stato sostituito alla Ferrari da Charles Leclerc, ma questa decisione della Ferrari ha giovato ad Alfa Romeo Racing visto che il finlandese è tornato nella squadra dove ha iniziato la sua carriera. Giovinazzi dice che è importante avere un compagno così esperto”. Penso che Kimi sia un buon compagno di squadra,” ha aggiunto l’italiano. “Quando mi fermo in garage, guardo i suoi dati e cerco di vedere cosa posso migliorare. Continuerò a lavorare così e penso che tutte le cose si sistemeranno e quindi sarà molto più facile ottenere un buon risultato.”

Hai le notifiche bloccate!!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento