in

Ferrari si prepara al Gran Premio di F1 della Cina

Il team Ferrari si prepara al GP della Cina, ecco cosa hanno detto Vettel e Leclerc

Ferrari

Il team Ferrari arriva a Shanghai con la speranza di poter fare una buona gara e affrontare la Mercedes su una pista piena di rettilinei, in cui dimostrare la sua grande potenza. Sanno che dovranno essere veloci in ogni momento, non c’è spazio per l’errore. Il team di Maranello comunque dovrebbe essere protagonista di una buona prestazione dalle prove libere alla gara, proprio grazie alla potenza dimostrata dal suo motore nei rettilinei.

Ecco le dichiarazioni dei piloti di Ferrari in vista del GP della Cina

Sebastian Vettel ha affermato: “Il Gran Premio della Cina è stato nel calendario per un po’ di tempo ed è diventato uno dei circuiti più tecnici e difficili della stagione. Ha due curve particolarmente importanti, la prima e quella che ti porta sul rettilineo posteriore, lunga più di un chilometro, entrambe sono molto tecniche ed è molto difficile trovare la linea perché la pista è anche molto ampia, non solo nelle qualifiche, quando devi fare solo un giro, ma anche in gara. La cura delle gomme è uno dei punti chiave, è il lavoro più importante di domenica per essere veloce per tutta la gara, ho avuto grandi gare con la Ferrari qui prima, siamo molto vicini a vincere, potremmo avere un po’ di fortuna in più questa volta per poter festeggiare la 1000 gara della Formula 1.”

Charles Leclerc ha dichiarato: “Non conosco molto bene la pista di Shanghai, ho corso qui solo una volta, l’anno scorso, ho dei bei ricordi delle qualifiche, meno della gara, ma in generale mi piace molto il circuito perché ci sono molti tipi di curve che non riesci a trovare in nessun altro percorso sul calendario, in particolare Curva 1 e anche 13, che ti porta al lungo rettilineo. La gara della Cina è molto divertente perché il tempo può essere imprevedibile e la pioggia può arrivare quando meno te l’aspetti. Questa è il Gran Premio numero 1000 nella storia della Formula 1 e spero che la macchina sia buona come in Bahrain per continuare nella lotta per i risultati che meritiamo “.