in

Il richiamo di Fiat Chrysler potrebbe far salire il prezzo del palladio

Grazie al richiamo di oltre 800 mila veicoli da parte di FCA, il prezzo del palladio schizza alle stelle

Fiat Chrysler

Il richiamo da parte di Fiat Chrysler Automobiles di 862.520 veicoli alimentati a benzina potrebbe stimolare una domanda aggiuntiva per il mercato del palladio, che già si sta riprendendo dalle carenze. Sostituire i convertitori catalitici in questi veicoli richiederebbe ulteriori 77.000 once di palladio, ha dichiarato Miguel Perez-Santalla, responsabile vendite e marketing presso la raffineria Heraeus Metals di New York. I prezzi del metallo utilizzato per ridurre le emissioni di gas serra prodotte dai veicoli sono arrivati a cifre record quest’anno, poiché i produttori hanno difficoltà a tenere il passo con la domanda.

“Questo alla fine sarà un po’ uno shock di fornitura”, ha dichiarato Maxwell Gold, direttore della strategia di investimento di Aberdeen Standard Investments. “Complessivamente, questo dipinge un’immagine molto positiva degli standard di emissione in crescita a livello globale, in particolare negli Stati Uniti per motori a palladio e benzina.” La produzione del metallo prezioso farà segnare un consumo di 545.000 once quest’anno, ha detto Citigroup a dicembre. Regolamentazioni più nuove e più severe per ridurre le emissioni nei veicoli a benzina hanno costretto le case automobilistiche a incrementare gli acquisti di palladio, alimentando l’aumento della domanda nonostante il rallentamento delle vendite di auto in Cina, Europa e Stati Uniti.

Nel caso di Fiat Chrysler, il nuovo richiamo è stato indotto da una cosiddetta indagine in uso da parte dell’Agenzia per la protezione ambientale degli Stati Uniti e da test effettuati dalla stessa società automobilistica. L’EPA verifica regolarmente veicoli guidati dai consumatori per garantire che le emissioni rimangano entro i limiti di legge nel tempo. Le riparazioni necessarie per i veicoli di Fiat Chrysler includeranno la sostituzione dei componenti associati al convertitore catalitico dei veicoli, una parte fondamentale del sistema di controllo delle emissioni di un veicolo, ha detto l’agenzia.

Circa il 70 per cento di 110.000 once di metalli preziosi necessari per sostituire i convertitori catalitici sarà il palladio, ha detto Perez-Santalla. Mentre il metallo proveniente dalle auto richiamate sarà probabilmente riciclato, limitando la fornitura, “ci vorranno solo alcuni mesi perché ritorni nel sistema”, ha detto. “L’EPA continuerà a indagare su altri veicoli FCA che sono potenzialmente non conformi e potrebbero essere oggetto di richiami futuri”, ha detto il regolatore nella sua dichiarazione.