in

Anche in Italia arrivano le targhe personalizzate: ecco come funziona

Il MInistro Toninelli vuole dare attuazione alla novità che per la prima volta fu prevista con la riforma del Codice della strada

Targhe personali

Secondo una proposta di Danilo Toninelli, Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture le targhe d’ora in avanti non saranno più legate all’auto ma bensì al suo proprietario. L’idea delle targhe personalizzate era stata già introdotta nel 2010 quando la riforma del Codice della Strada introdusse questa novità che però non trovo mai applicazione per la mancanza di un decreto attuativo. Adesso però le cose sembrano essere cambiate e il nuovo governo pare voler realmente introdurre questa novità radicale per il nostro paese.

Se le norme non saranno modificate chi comprerà un nuovo mezzo otterrà anche una targa nuova, con la differenza che quella sarà la sua targa personale per ben 15 anni. Dopo quel periodo se l’automobilista vorrà tenere quella targa dovrà chiedere il rinnovo al pari di quanto avviene con la carta d’identità. Nel caso di vendita dell’auto, la targa non cambierà proprietario ma rimarrà nelle disponibilità del cedente. Il nuovo proprietario dunque dovrà apporre al veicolo acquistato la sua targa personale. 

Se invece chi vende non acquista un’altra auto allora la sua targa andrà restituita alla Motorizzazione. Questa novità dovrebbe inoltre far risparmiare al cittadino una piccola somma di 41,78 euro. Vedremo dunque se finalmente la targa personalizzata troverà posto anche nel nostro paese.