in

Fiat ha collaborato con la dittatura in Brasile, secondo un sito

Fiat è accusata di aver collaborato e di aver permesso la presenza di un apparato di repressione della dittatura all’interno della sua fabbrica

Fiat

In un rapporto sul sito web di Intercept Brasil, Fiat è accusata di aver collaborato e di aver permesso la presenza di un apparato di repressione della dittatura all’interno della sua fabbrica in Brasile. La pubblicazione afferma che la compagnia di origine italiana ha istituito un settore dell’intelligence e della sicurezza comandato da un esercito di riserva la cui responsabilità era, tra le altre cose, quella di evitare le insurrezioni e gli scioperi nella sua fabbrica. Sulla base dei documenti raccolti dal rapporto in Italia e in Brasile, così come testimoniato da persone legate alla società in quel momento, il sito ha mostrato che la società avrebbe ricevuto garanzia del governo che “non ci sarebbero stati problemi con i sindacalisti.” Secondo il rapporto, questo perché i lavoratori, per la maggior parte, sarebbero persone con un basso livello di istruzione e nessuna storia di legami sindacali.

Tra le altre azioni, l’uomo responsabile della sicurezza, il colonnello Joffre Mario Klein, aveva la funzione di trattare con i funzionari e negoziare i loro destini con gli organi di repressione della dittatura. Ci sarebbero documenti che testimoniano di processi di spionaggio e di repressione. I documenti mostrano anche che la Fiat ha adottato uno standard di progressiva accelerazione della produzione di macchine durante i turni di lavoro. Ciò richiedeva di più dai dipendenti e, in secondo luogo, portava gli operai all’esaurimento. Nel documento ci sarebbero prove di coercizioni da parte dei funzionari nei confronti dei lavoratori per diventare “agenti doppi”. Con la promessa di promozione del lavoro o di stabilità del lavoro, hanno denunciato potenziali colleghi con connessioni “sovversive”. Fiat Brasile ha risposto che nessuno attualmente presente nella società era già presente in azienda in quel periodo e dunque non sanno nulla. Il regime in Brasile ha governato tra il 1964 e il 1985.