in

Chrysler 300 potrebbe continuare ad essere proposta negli Stati Uniti

Steve Beahm parla del futuro della berlina di grandi dimensioni del marchio americano

Chrysler 300 continuare proposta Stati Uniti

Con i recenti annunci fatti abbiamo potuto capire che Fiat Chrysler Automobiles non intende in alcun modo rimuovere alcune auto dalla sua ampia gamma. Al contrario, FCA ne prevede un futuro brillante. Dato che il gruppo automobilistico americano ha diversi marchi sotto il suo controllo, ha potuto determinare quali di questi rimarranno focalizzati sulle auto e quali no.

Parlando con Automobile, Steve Beahm, Head of Passenger Car Brands di FCA Nord America, ha fatto l’esempio delle Dodge Charger e Challenger che continuano a conquistare il cuore degli utenti nonostante la loro età.

Chrysler 300 continuare proposta Stati Uniti

Chrysler 300: la vettura potrebbe ricevere un restlying verso la fine dell’anno

Secondo il dirigente, uno dei motivi principali per cui le due potenti vetture del marchio americano continuano ad avere successo nonostante la loro età, è il loro design unico che permettono di differenziarli dalle rivali. Dunque, Fiat Chrysler Automobiles sostiene che non ha molto senso rivedere il design offerto dalle due auto di Dodge.

Un paio di anni fa, Sergio Marchionne disse che le due auto sarebbero state aggiornate basandosi sulla piattaforma Giorgio usata per Stelvio e Giulia. Tuttavia, la società ha cambiato i suoi piani e aggiornerà semplicemente la piattaforma esistente quando sarà il momento di lanciare la prossima generazione di Charger e Challenger. In merito a ciò, Steve Beahm ha paragonato la piattaforma al vino che più invecchia e più diventa buono.

Chrysler 300 continuare proposta Stati Uniti

Per quanto riguarda la Chrysler 300, la società voleva sostituire la vettura esistente con una nuova berlina costruita attraverso la piattaforma della Pacifica. Tuttavia, sembra che i piani siano cambiati nuovamente poiché Fiat Chrysler Automobiles ha riportato che continuerà a vendere la 300 fino alla fine del 2019. Ciò ci fa pensare che un successore o un possibile restyling possano arrivare prima dell’inizio del 2020.

A proposito della berlina di grandi dimensioni, Beahm ha detto che sta andando alla grande in termini di vendite. Come dimostrato dalle Dodge Challenger e Charger, i clienti FCA sono piuttosto affezionati ai veicoli particolari, quindi alla Chrysler 300 potrebbe toccargli la stessa sorte. Vedremo le vendite come proseguiranno nel corso dei prossimi mesi.