in

FCA avrebbe speso 15 mila dollari per le cene a base di carne con i funzionari UAW

Due cene a base di carne sarebbero state offerte da Fiat Chrysler ai leader del sindacato UAW nel 2015 prima delle trattative per il contratto di lavoro

Fiat Chrysler
Fiat Chrysler

I leader del sindacato americano United Auto Workers avrebbero iniziato le trattative per il contratto di lavoro del 2015 con un pasto da 8.494 dollari presso una steakhouse di Detroit pagata da Fiat Chrysler Automobiles, secondo una nuova istanza della corte federale. E una volta concluse le trattative con Fiat Chrysler, i funzionari hanno concluso i colloqui con un secondo pasto abbondante pagato sempre dal produttore automobilistico nello stesso ristorante. Dopo che i leader dell’UAW mangiarono filetto, bevettero liquori e fumarono sigari per i due pasti pagati da FCA attraverso il tavolo delle trattative, i membri del sindacato votarono il contratto proposto dal gruppo italo americano.

Funzionari federali dicono che i pasti sono esempi di corruzione che circonda i negoziati del contratto Fiat Chrysler-UAW del 2015. Gli avvocati distrettuali statunitensi David Gardey ed Erin Shaw hanno scritto al tribunale che la spesa per pasti come quelli alla London Chop House nel centro di Detroit ha corrotto il processo negoziale, e gli “organizzatori” e gli “entusiasti” funzionari della UAW hanno permesso a Fiat Chrysler di pagare perché questa era “la regola piuttosto che l’eccezione”. I funzionari della UAW hanno violato la legge sulle relazioni di gestione del lavoro del 1947, quando hanno lasciato che la casa automobilistica pagasse per quei pasti, hanno scritto gli avvocati.

I dettagli sono emersi mentre Fiat Chrysler e UAW  sono disposte a negoziare nuovi contratti l’anno prossimo in un momento in cui sia la General Motors Co. che la Ford Motor Co. stanno licenziando in USA i dipendenti in eccesso e GM sta segnalando la possibilità di chiudere alcuni stabilimenti statunitensi. I pubblici ministeri hanno fatto queste accuse mercoledì mentre sollecitavano un giudice a condannare uno di quei leader UAW di alto rango. Quel funzionario, Nancy Adams Johnson, è emerso come un partecipante fondamentale e testimone di una cospirazione lunga un anno che coinvolge FCA e la UAW.

Secondo la stampa americana Fiat Chrysler non ha risposto immediatamente alla richiesta di commento su queste accuse. In ogni caso nessun funzionario del gruppo italo americano era presente durante i pasti incriminati, secondo i documenti del tribunale depositati mercoledì nella Corte distrettuale degli Stati Uniti. Inoltre il pasto non avrebbe “niente a che fare con il Centro nazionale di addestramento”. La UAW avrebbe usato per pagare una carta di credito del National Training Center.

 


Lascia un commento

Written by Ippolito Visconti

Ippolito per gli amici Lito, nasce a Monza la patria dei motori. Si laurea alla Bocconi in ingegneria meccanica. Appassionato di giornalismo in breve tempo scrive come Guest su noti portali Automotive Italiani ed esteri in lingua inglese. Lavora da aprile 2018 con Davinci Media dove segue accuratamente tutto il settore Automotive News. Appassionato di Motori ed in particolare di Formula 1.