in

Fiat Chrysler: in Polonia c’è preoccupazione per il futuro dello stabilimento di Thychy

Le voci che arrivano dall’Italia destano preoccupazione in Polonia per il futuro di Thychy

FIAT Chrysler

Nelle ultime settimane in casa Fiat Chrysler qualcosa sembra essere cambiato. Le ultime indiscrezioni relative al gruppo italo americano fanno ipotizzare un cambio radicale di gestione del marchio Fiat. Si vocifera infatti che Fiat Panda non verrà più prodotta in Polonia come era stato detto in un primo momento da Sergio Marchionne. Anche Fiat 500 elettrica e Giardiniera che inizialmente si pensava potessero venire prodotte a Thychy invece molto probabilmente saranno realizzate a Mirafiori. La conferma di tali indiscrezioni dovrebbe arrivare prossimamente.

In Polonia si iniziano a preoccupare per le voci che arrivano dall’Italia a proposito di Fiat Chrysler 

In Polonia però le notizie che arrivano dall’Italia destano preoccupazione per il futuro dello stabilimento di Thychy. In quella fabbrica già si pregustava l’imminente arrivo di Fiat Panda che a quanto pare non sarà più trasferita da Pomigliano. Nella strategia di Marchionne, l’Italia doveva essere il centro principale per la produzione di automobili premium di Jeep, Maserati e Alfa Romeo. Mentre le auto di Fiat sarebbe dovute essere prodotte in paesi in cui la manodopera costa meno tra cui appunto la Polonia. Le cose però sembrano essere cambiate. Tra l’altro in Polonia viene prodotta Lancia Ypsilon che probabilmente a fine anno uscirà di produzione. Dunque la situazione degli stabilimenti FCA nel paese potrebbe mutare profondamente rispetto a quanto avvenuto negli ultimi anni. 


Written by Ippolito Visconti

Ippolito per gli amici Lito, nasce a Monza la patria dei motori. Si laurea alla Bocconi in ingegneria meccanica. Appassionato di giornalismo in breve tempo scrive come Guest su noti portali Automotive Italiani ed esteri in lingua inglese. Lavora da aprile 2018 con Davinci Media dove segue accuratamente tutto il settore Automotive News. Appassionato di Motori ed in particolare di Formula 1.