in

Un’Alfa Romeo Giulietta “sparamulte” semina il terrore a Torino

Torino potrebbe essere la terza città in Italia a dotarsi di un’auto che spara multe a raffica grazie a 6 telecamere

Alfa Romeo Giulietta

Molto rumore sta facendo in Piemonte e non solo l’annuncio che un’Alfa Romeo Giulietta del corpo di polizia municipale di Torino adeguatamente modificata sarà capace di sparare multe a raffica nel capoluogo piemontese. E’ stato il comandante dei vigili urbani Emiliano Bezzon a mostrare l’ultima novità al Sindaco di Torino Chiara Appendino in occasione della festa per i 227 anni del corpo della polizia municipale della città. La vettura è stata subito ribattezzata come Alfa Romeo Giulietta Sparamulte. 

A Torino viene testata un’Alfa Romeo Giulietta sparamulte che grazie a 6 telecamere vede tutto e punisce chi viola il codice della strada

L’auto infatti è capace di accorgersi di tutte le irregolarità che stanno avvenendo in un dato momento in strada. Questo avviene grazie ad un computer di bordo dove confluiscono le riprese di sei telecamere in grado di offrire una visione a 360 gradi di tutto ciò che accade nella strada in cui passa l’auto del Biscione. Il software è stato realizzato in Israele ed inizialmente era utilizzato per contrastare il terrorismo. La vettura può dunque riprendere una violazione del codice della strada memorizzando l’immagine ripresa e indentificando il veicolo. Al proprietario dunque verrà poi successivamente notificato un verbale elettronico.

Il sistema non è una novità assoluta. Già viene utilizzato a Vercelli e a Verona. Al momento a Torino l’Alfa Romeo Giulietta Sparamulte non è ancora in servizio. La vettura in questo momento sta venendo testata dalla polizia municipale che nei prossimi mesi valuterà se farla “entrare in servizio.” Secondo il comandante dei vigili urbani la vettura potrebbe essere utilizzata soprattutto per controllare assicurazioni e revisioni scadute o per chi viola le regole della strada passando ad esempio con il semaforo rosso.


Written by Ippolito Visconti

Ippolito per gli amici Lito, nasce a Monza la patria dei motori. Si laurea alla Bocconi in ingegneria meccanica. Appassionato di giornalismo in breve tempo scrive come Guest su noti portali Automotive Italiani ed esteri in lingua inglese. Lavora da aprile 2018 con Davinci Media dove segue accuratamente tutto il settore Automotive News. Appassionato di Motori ed in particolare di Formula 1.