in

Vettel ritiene più dolorosa la sconfitta del 2009 da Button che quella del 2018 da Hamilton

Sebastian Vettel Ferrari

Sebastian Vettel era stato considerato come il favorito per vincere il campionato del mondo in questa stagione dopo le prime gare. Il pilota tedesco della Ferrari era diventato un serio candidato per porre fine al dominio imposto dalla Mercedes fin dall’inizio dell’era ibrida, durante la prima metà del campionato. Le cose però sono radicalmente cambiate nella seconda metà della stagione. Mercedes e Lewis Hamilton hanno iniziato a recuperare terreno approfittando degli errori commessi da Ferrari e da Vettel. Per il britannico di Mercedes in Messico è arrivata la quinta corona mondiale.

Per Sebastian Vettel la sconfitta nel mondiale 2009 è stata ancora più dura di quella di questa stagione

Questa sconfitta è stata sicuramente dolorosa per Vettel. Il tedesco dice però che ha trovato ancora più difficile perdere il campionato del mondo nel 2009. Durante la sua prima stagione da pilota Red Bull, Vettel era a soli 11 punti dallo strappare la corona a Jenson Button, che aveva dominato nella prima parte della stagione e raggiunto il suo unico titolo mondiale nelle file della scuderia Brawn GP.

“Sono stato in una posizione come questa tre volte: nel 2017, nel 2009 e quest’anno. Probabilmente, il 2009 è stato il peggiore e il punto più basso per me. Non sai mai cosa potrebbe succedere in futuro, quindi non so se avrò un’altra possibilità. Ho lavorato molto duramente per questo e sono fiducioso che arriverà, ma non può essere previsto. Nessuno di quei momenti è stato bello per me “, ha detto Vettel.

Il tedesco spera che le lezioni apprese dagli errori commessi durante l’anno serviranno per raggiungere gli obiettivi nella prossima stagione. “Conosco il mio lavoro. Non penso che cambierò nulla l’anno prossimo in termini di ciò che devo fare. Molto è successo quest’anno e possiamo, come individuo e come squadra, imparare da ciò che è avvenuto per andare avanti e alzare il tiro la prossima stagione “, ha detto.