in

Ferrari Challenge: Pirelli celebra la sua partecipazione al campionato monomarca

Il produttore di pneumatici affianca il cavallino rampante da ormai 25 anni nel Ferrari Challenge

Ferrari Challenge Pirelli

In occasione delle Finali Mondiali Ferrari dell’Autodromo di Monza, Pirelli ha deciso di esporre tutte le gomme delle vetture che hanno partecipato al Ferrari Challenge. Il fornitore esclusivo del campionato monomarca del cavallino rampante fin dal 1993 (anno di nascita del Ferrari Challenge) ha scelto il circuito di Monza per mostrare al pubblico tutti gli pneumatici prodotti appositamente per questo campionato.

Il Ferrari Challenge, costituito da 6 Gran Turismo stradali, 6 corrispondenti varianti da corsa e 6 modelli specifici di pneumatici, ha permesso alle sportive più importanti della casa automobilistica modenese di essere parte integrante della storia del campionato monomarca. Il Ferrari Challenge è stato protagonista anche di uno sviluppo tecnologico legato alle gomme che le hanno rese sempre più performanti e sicure col passare degli anni.

Ferrari Challenge Pirelli

Ferrari Challenge: il produttore di pneumatici festeggia 25 anni di presenza nel campionato monomarca

Partendo dal 1993, il campionato monomarca è partito con la Ferrari 348 Challenge dotata di un motore V8 da 3.5 litri con potenza di 320 CV. Rispetto alla versione stradale, la vettura disponeva di pneumatici slick sviluppati ad hoc da Pirelli. All’epoca si trattava del primo pneumatico da 17″ per il Ferrari Challenge con misure di 245/620-17 sull’anteriore e 265/640-17 sul posteriore.

Nel 1996, la 348 venne affiancata dalla Ferrari 355 Challenge con motore da 380 CV e gomme da 18″. Nel 2000, debuttò la mitica 360 Challenge derivata dalla 360 Modena che vantava un motore della stessa potenza (400 CV) ma un minor peso.

Nel 2001, il cavallino rampante decise di aumentare la potenza dell’auto (415 CV) che poteva contare sul supporto di pneumatici Pirelli della stessa generazione della 355 ma venivano proposti in nuove misure e mescole.

Ferrari Challenge Pirelli

Pirelli ha sempre affiancato al meglio le vetture di Maranello restando al passo con i tempi

Il quarto modello del Ferrari Challenge fu la 430 Challenge da 490 CV che portò il primo impianto frenante in carboceramica su una Ferrari da corsa. Tale novità portò l’introduzione di nuove gomme Pirelli da 19″ (sia per le slick che per le rain).

Nel 2010, arrivò in pista la Ferrari 458 Italia con potenza di 570 CV, mappatura elettronica specifica, impianto di scarico racing e differenziale posteriore elettronico. Pirelli decise di adattare misure e mescole alla nuova vettura.

Ferrari Challenge Pirelli

Arriviamo al modello attuale, ossia la Ferrari 488 Challenge. Si tratta del primo veicolo turbo a correre nel campionato monomarca del cavallino rampante, capace di erogare una potenza di 670 CV. Pirelli sviluppò nuove misure per riuscire ad affiancare al meglio le prestazioni ancora più elevate della nuova vettura.

Theo Mayer, responsabile per il Ferrari Challenge di Pirelli, ha detto. “Lavorare fianco a fianco con Ferrari nel Challenge è per Pirelli un’eccellente opportunità. Infatti, schierati con i piloti professionisti, ci sono anche i gentlemen driver, piloti amatori che oltre alle corse hanno normali impieghi nel mondo. I pneumatici vengono sempre sviluppati in parallelo con la vettura, un anno prima del lancio ufficiale nel campionato, ottimizzando la guidabilità e la performance per tutti i tipi di piloti”.