in

Finali Mondiali Ferrari: grande festa per tifosi e appassionati del cavallino rampante

L’edizione 2018 dell’evento dedicato ai fan di Ferrari vede la presenza di varie vetture che hanno fatto la storia

Finali Mondiali Ferrari 2018

Il Drake spiegò cosa rappresentano le Finali Mondiali Ferrari per tifosi e appassionati con una semplice frase ma allo stesso tempo azzeccatissima: “La passione non la si può descrivere, la si può solo vivere“.

Tutti i fan del cavallino rampante hanno potuto vivere da vicino, presso l’Autodromo di Monza, un’esperienza indimenticabile grazie alle ultime gare dell’anno per i campionati del Ferrari Challenge e le prove libere fatte dalle vetture appartenenti al programma XX ed F1 Clienti.

Finali Mondiali Ferrari 2018

Finali Mondiali Ferrari: anche l’edizione 2018 è stata un successo per l’evento dedicato a Maranello

A tutto ciò si è unita anche l’esposizione nel paddock delle ultime vetture di Maranello: le Ferrari 488 Pista (in versione Coupé e Spider), Monza SP1 e Monza SP2. Oltre a questo, sono state esposte oltre 40 vetture tra F1 e GT che hanno raccontato la storia del cavallino rampante nel circuito di Monza. Ad esempio, sono state esposte le 5 monoposto con cui Michael Schumacher conquistò il Gran Premio d’Italia, fra cui la 248 F1.

Troviamo anche la 512 con cui Surtees vinse il campionato del mondo del 1964, la 312 F1-66 con cui Ludovico Scarfiotti conquistò l’ultima vittoria di un pilota italiano, la Ferrari 312T di Niki Lauda che fu campione del mondo nel ’75, la Ferrari 312 T4 e la 87/88C con cui vinsero Jody Schecker e Gilles Villeneuve nel 1979 e Gerard Berger e Michele Alboreto nel 1988.

Alle Finali Mondiali Ferrari hanno partecipato anche diverse versioni della 750 Monza, fra cui l’esemplare su cui morì Alberto Ascari nel 1955. Infine, hanno partecipato 4 esemplari della monoposto F60 che corse nel 2009 sotto la guida di Fisichella, Gené, Rigon e Bertolini e le varie vetture stradali, GT, XX e Formula 1.