in

Stellantis chiude il 2022 in Italia al vertice nel segmento LEV

Il gruppo automobilistico italo-francese si aspetta grandi cose dal 2023

Stellantis logo

Il 2022 incorona Stellantis come leader in Italia nel mercato dei veicoli a basse emissioni (Low Emission Vehicle LEV). In uno scenario di mercato particolarmente complesso per molteplici fattori, il gruppo automobilistico italo-francese ha rafforzato la sua supremazia in tutti i più rilevanti segmenti di mercato, consolidando il suo ruolo di leader della transizione ecologica nell’automotive.

Secondo i dati forniti da Dataforce, Stellantis ha ottenuto nel mercato delle auto e dei veicoli commerciali leggeri una quota pari al 32,4%, in crescita dell’1,6% rispetto al 2021, nell’ambito di un mercato italiano che sul fronte dei LEV pesa l’8,2%.

Stellantis: 32,4% di quota di mercato nel mercato LEV nel 2022

Nel mercato delle auto, i Jeep Renegade e Compass 4xe ibridi plug-in e la Fiat 500 Elettrica sono i tre modelli più venduti nel mercato LEV. È ancora più rilevante, però, la leadership LEV di Stellantis nel settore dei veicoli commerciali, dove è cresciuta del 21% rispetto al 2021, raggiungendo il 48,2%. In pratica, un veicolo su due è del gruppo italo-francese. Secondo i dati Dataforce, in prima e seconda posizione ci sono Fiat Professional con il 16,4% e Opel con il 16,2%.

Tra le vetture 100% elettriche, la stella assoluta è stata la 500 Elettrica. Il 2022 ha confermato la leadership dell’icona del brand torinese, saldamente al primo posto del podio in Italia con circa 6300 immatricolazioni.

Dall’esordio, in soli due anni, la Fiat Nuova 500 è stata scelta da oltre 100.000 clienti in Europa. Anche Abarth ha recentemente inaugurato una nuova era con il debutto della nuova Abarth 500e completamente elettrica.

Il 2022 ha confermato, inoltre, il successo di Jeep e, nello specifico, della sua tecnologia 4xe. La casa automobilistica americana ha infatti nuovamente conquistato, come già nel 2021, la leadership del mercato LEV con una quota del 16,3%.

Il successo porta la firma dei SUV Made in Italy Compass 4xe e Renegade 4xe, le ricaricabili più vendute nei rispettivi segmenti, e della Wrangler 4xe. La Compass è la numero uno del mercato e nel segmento C-SUV con una quota del 23%. Il Renegade è invece secondo nel mercato LEV e ha dominato nel segmento B-SUV con una quota del 52%.

Ottimo anche Peugeot, Citroën, Opel e DS Automobiles

Il 2023 sarà un anno molto importante per il processo di elettrificazione di Peugeot in quanto il 100% dei modelli sarà elettrificato e il brand ci arriva forte di due primati. Nel mercato full electric e nel segmento B-Sedan, lo storico marchio francese ha conquistato il primato con la Peugeot e-208.

Anche il Peugeot e-2008 100% elettrico ha raggiunto la prima posizione del suo segmento. Per quanto riguarda le alternative plug-in hybrid, la nuova 308 ha raggiunto la prima posizione tra le station wagon di segmento C.

Con il 2023, la casa del Leone arriverà ad offrire sul mercato il 100% della sua gamma anche in versione elettrificata grazie all’arrivo di nuove motorizzazioni ibride che debutteranno sui 3008 e 5008, e da qualche settimana è ordinabile anche la nuova 408. Disponibile in due versioni PHEV, la nuova Peugeot 408 arriverà in Italia a febbraio e nei mesi seguenti vedrà anche il debutto della versione a zero emissioni.

Per quanto riguarda DS Automobiles, la nuova DS 4 è già sul podio tra le berline ibride plug-in di segmento C con una quota superiore al 12%. Dal 2019, il brand francese ha presentato una gamma 100% elettrica, diventando nel 2020 il marchio multi-energia con le emissioni di CO2 più basse in Europa. Per l’azienda, che punta all’elettrificazione totale già nel 2024, nel mercato italiano delle passenger cars, il mix LEV è tre volte superiore il mix del mercato (27% vs 9%).

Anche la gamma LEV di Citroën è cresciuta nell’apprezzamento del mercato italiano grazie ai recenti lanci C5 X Hybrid Plug-In e C5 Aircross Hybrid Plug-In. In particolare, la prima vettura si è posizionata già, dopo pochi mesi, al secondo posto del ranking del segmento D-Sedan PHEV. Prosegue, inoltre, il successo della Citroën Ami, che da inizio anno si conferma al primo posto nel segmento dei quadricicli leggeri elettrici con una quota superiore al 55%.

Anche Opel ha conquistato un successo simile. L’Opel Corsa è stata seconda nel segmento B-Sedan nel complessivo vetture + veicoli commerciali mentre l’Opel Mokka-e 100% elettrico tra i primi tre nel segmento B-SUV.

Nel 2023, l’offerta elettrificata del marchio francese, già ampia oggi con 12 modelli, si arricchirà ulteriormente con l’arrivo della nuova Opel Astra Electric. In questo modo, la casa tedesca procede spedita per rispettare la promessa di diventare un marchio completamente elettrico in Europa entro il 2028.

Alfa Romeo ha registrato un 2022 straordinario. Con dicembre si è chiuso un anno in costante crescita con l’ultimo trimestre all’1,4% di quota di mercato, la migliore degli ultimi tre anni. Stelvio e Giulia continuano a riscuotere grande apprezzamento sia della clientela privata che di quella business.

In particolare, l’Alfa Romeo Stelvio si è confermato per il quarto anno consecutivo leader del segmento D-SUV con una quota di mercato del 16,2%, in ulteriore crescita rispetto al 2021. L’Alfa Romeo Giulia, invece, si è confermata leader tra le berline non ibride del segmento D. Nelle prossime settimane sarà possibile ammirare le nuove Giulia e Stelvio ancora più seducenti e tecnologiche presso tutte le concessionarie italiane del Biscione.

Protagonista assoluta dell’anno è stata indubbiamente l’Alfa Romeo Tonale, il primo SUV compatto elettrificato della storia del marchio di Arese. Il Tonale ha terminato il 2022 con un portafoglio ordini record che consente al brand di proiettare un 2023 con ambizioni di vertice nel segmento grazie anche ad una gamma ora al completo con l’introduzione delle versioni Plug-In Hybrid Q4 da 280 CV.

Si tratta di una vera e propria metamorfosi della casa milanese in cui il Tonale sta giocando un ruolo fondamentale e in cui qualità e profittabilità la stanno conducendo ai vertici del segmento premium.

Con 40.991 immatricolazioni, la Lancia Ypsilon continua a dominare il segmento B, confermandosi – per il quarto anno consecutivo – la vettura più venduta della sua categoria nonché la seconda più immatricolata in assoluto nel mercato italiano con una quota pari al 15,3%, la migliore di sempre e in crescita dell’1,2% rispetto al 2021.

Lancia ha raggiunto una quota di mercato del 3,1%, in crescita dello 0,1% rispetto al 2021. Dopo quattro generazioni e oltre 3 milioni di unità vendute, la Ypsilon continua ad affascinare la clientela italiana, confermandosi autentica icona di stile.

Le dichiarazioni di Santo Ficili

Santo Ficili, Country Manager di Stellantis Italia, ha detto che si è chiuso un 2022 davvero impegnativo e importante in cui Stellantis ha consolidato in Italia la propria leadership assoluta nelle vendite dei veicoli a basse emissioni.

È un risultato che l’azienda ha raggiunto grazie al suo impegno strategico per l’elettrificazione che si basa su un investimento di oltre 30 miliardi di euro a livello globale che sarà completato entro il 2025.

Stellantis ha la responsabilità, come leader di mercato, di accompagnare gli Italiani nella transizione verso la mobilità elettrificata e sa come farlo. Nel 2023 continuerà la strategia di elettrificazione del gruppo che prevede, per ogni nuovo modello, il lancio di motorizzazioni alternative sia 100% elettriche che ibride plug-in, e che rappresenta un percorso di crescita verso la completa elettrificazione e rivoluzione energetica.

Insieme ai prodotti si sta evolvendo anche la rete di dealer, sempre più professionale e sempre più capace di anticipare ogni esigenza dei consumatori.

Looks like you have blocked notifications!