in

FCA Serbia: esportazioni in netto calo tra gennaio e luglio del 2018

Le esportazioni di FCA Serbia sono diminuite del 15,7 per cento rispetto allo scorso anno

FCA Serbia

Le esportazioni di FCA Serbia, una joint venture del gruppo italiano Fiat Chrysler Automobiles e del governo serbo, sono diminuite del 15,7 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno nei primi sette mesi del 2018. Queste infatti sono state un totale di 505,9 milioni di euro, secondo i dati ufficiali trapelati dal ministero delle finanze della Serbia. Nonostante il calo, FCA Serbia è stato il maggiore esportatore del paese tra gennaio e luglio 2018, seguito da HBIS Group Serbia, l’unità serba dell’azienda siderurgica cinese HBIS, che ha esportato merci per 467,4 milioni di euro, in crescita del 42,9% su base annua.

FCA Serbia pur mantenendo la leadership tra le aziende esportatrici del paese perde terreno rispetto allo scorso anno

La società petrolifera e del gas NIS è stato il terzo maggiore esportatore della Serbia nel periodo in esame, con vendite all’estero in aumento del 41,3% a 237,5 milioni di euro. Le esportazioni totali dei 15 maggiori esportatori della Serbia sono aumentate dell’8,3% su base annua nei primi sette mesi del 2018, raggiungendo i 2,6 miliardi di euro.

FCA Serbia esportazioni primo quadrimestre 2018

Il disavanzo commerciale estero della Serbia nella prima metà del 2018 è aumentato del 42,7% rispetto all’anno precedente a 3,026 miliardi, ha detto l’ufficio statistico del Paese. Le esportazioni del paese sono aumentate del 20,4% a $ 9,725 miliardi, mentre le importazioni sono cresciute del 25% a $ 12,752 miliardi. Per Fiat Chrysler Automobiles dunque una notizia di certo non particolarmente positiva dal paese in cui viene prodotta ed esportata una delle sue auto più famose. Ci riferiamo naturalmente alla monovolume Fiat 500L che viene realizzata nello stabilimento FCA di Kragujevac.