in

Fiat Chrysler: ecco cosa sta accadendo nello stabilimento di Brampton in Ontario

Fiat Chrysler

L’impianto di assemblaggio di Fiat Chrysler a Brampton in Ontario, è nel bel mezzo di uno stop di cinque settimane, che si è reso necessario per riorganizzare l’impianto. Jaspal Brar, presidente di Unifor Local 1285, che rappresenta circa 3.400 lavoratori di FCA a Brampton, ha detto che l’impianto chiuderà la settimana del 16 luglio e riprenderà le operazioni il 20 agosto. Lo stop dunque si protrarrà tre settimane in più rispetto a quanto programmato in precedenza. In questa fabbrica FCA costruisce Chrysler 300, Dodge Charger e Dodge Challenger. 

Fiat Chrysler: stop di 5 settimane per lo stabilimento di Brampton che ristrutturerà il suo reparto di verniciatura

Fiat Chrysler Automobiles ha investito 325 milioni di dollari per ristrutturare il reparto verniciatura dello stabilimento. Durante i negoziati di lavoro con Unifor nel 2016, questa ristrutturazione è stata descritta dai leader sindacali come fondamentale per mantenere la fabbrica aperta a lungo termine. Questa è la seconda volta che Brampton ha sospeso tutte le sue attività per la riorganizzazione del reparto verniciatura. Al momento non è ancora chiaro quali saranno i nuovi modelli che verranno prodotti in questo sito produttivo. Tuttavia il presidente di Unifor, Jerry Dias, che in passato più volte ha trattato con l’ex amministratore delegato di Fiat Chrysler Automobiles, Sergio Marchionne sul futuro dello stabilimento, rimane ottimista.

Fiat Chrysler

Dias parlando con Automotive News Canada ha confermato di aver avuto più di una discussione in passato con l’ex numero uno di Fiat Chrysler scomparso a fine luglio. Pur non avendo mai avuto alcuna conferma su quelli che saranno i nuovi modelli che verranno prodotti a Brampton, Dias ritiene che questo investimento da 325 milioni di dollari sia un primo importante passo verso l’arrivo di novità più importanti per lo stabilimento di FCA sito in Canada.