in

Stellantis: forse risolta la controversia relativa alla presunta violazione di diritti dei lavoratori

La denuncia relativa a possibili violazioni dei diritti è prossima a essere risolta

Stellantis logo

Stellantis Mexico spera di risolvere in pochi giorni la denuncia del governo statunitense presentata ai sensi dell’accordo commerciale T-MEC. Lo ha affermato la società dopo aver approvato l’ingresso di un sindacato indipendente, decisione che i lavoratori attribuiscono alle pressioni di Washington.

Stellantis ha trovato l’accordo con i sindacati e forse la controversia è risolta

Teskid Hierro de México, di proprietà di Stellantis, ha affermato che la denuncia relativa a possibili violazioni dei diritti in uno stabilimento di ricambi per auto a Coahuila è prossima a essere risolta senza che sia necessario rivolgersi a una commissione per le controversie.

Il rappresentante commerciale degli Stati Uniti (USTR) sta negoziando un piano di risanamento con il governo del Messico sulla questione ai sensi dell’accordo commerciale 2020 Stati Uniti-Messico-Canada (TMEC) e fornirà maggiori informazioni nei prossimi giorni, ha detto il portavoce dell’ufficio in risposta alle domande di Reuters.

Dal 2014, i lavoratori dello stabilimento hanno accusato Teskid di collusione con la Confederation of Mexican Workers (CTM) per bloccare la loro elezione di un sindacato indipendente, Los Mineros, e chiudere il caso secondo i termini USMCA segnerebbe la fine di uno dei più lunghi conflitti di lavoro in Messico.

Nelle ultime settimane, Teksid ha riconosciuto Los Mineros come il sindacato legittimo dello stabilimento e ha accettato di assumere 36 lavoratori che hanno affermato di essere stati licenziati per rappresaglia per aver sostenuto il gruppo sindacale indipendente.

L’unità della casa automobilistica diventerebbe la quarta azienda a risolvere un reclamo ai sensi dell’USMCA dal primo caso sorto in uno stabilimento General Motors Co nello stato messicano di Guanajuato lo scorso anno.

“È stata dimostrata la conformità ai punti relativi alla denuncia”, ha detto venerdì a Reuters Teksid, riferendosi al suo stabilimento da 1.500 dipendenti che produce parti in ferro per veicoli pesanti. Il 6 giugno le autorità del lavoro degli Stati Uniti hanno presentato una denuncia ai sensi del T-MEC per presunte violazioni dei diritti, chiedendo alle entità messicane di svolgere indagini su Stellantis.

L’11 luglio, Teksid e Los Mineros hanno raggiunto un accordo. Un’azione rapida dopo otto anni di conflitto ha illustrato come l’USMCA abbia aiutato i lavoratori messicani a sostituire i sindacati consolidati e favorevoli alle aziende a favore di gruppi indipendenti.

Stellantis logo

Alla domanda sulla denuncia degli Stati Uniti, Stellantis ha affermato che sostiene i diritti di contrattazione collettiva e seguirà le leggi locali. Il Ministero dell’Economia e del Lavoro messicano non ha risposto immediatamente alle domande sulla denuncia.

Ti potrebbe interessare: Dodge, Jeep, Ram: Stellantis conferma novità importanti nei prossimi mesi

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!