in

Stellantis: impresa sfiorata negli Stati Uniti

Stellantis ha sfiorato l’impresa negli Stati Uniti, perdendo per un margine ridotto la battaglia con un mostro assoluto negli States.

Marchi Stellantis

Il mercato Usa delle quattro ruote nel primo semestre del 2022 ha raccontato un serrato confronto tra due colossi, in un continuo susseguirsi di sorpassi e controsorpassi sul podio. Ancora una volta General Motors e Toyota hanno fatto la voce grossa, con la Casa di Detroit in grado di chiudere sul gradino più alto, a fronte di 1.087.762 immatricolazioni contro le 1.045.697 della rivale numero uno. Secondo quanto riporta Just.Auto, Ford ha perso un po’ della forza commerciale, certificato pure dalla classifica dei singoli modelli. Difatti, il pick-up F150 ha dovuto cedere il passo al suv Toyota Rav-4, uscito trionfante per 19 mila unità, e davanti alla best seller del mercato, il Silverado Chevrolet, di appena 500 unità.

In questa bagarre Stellantis si è distinta in termini più che positivi. Il conglomerato italo francese, frutto nel 2021 della fusione di Fiat Chrysler Automobiles e Peugeot Groupe, ha di poco perso la battaglia con Ford a fine giugno. A seguito di un primo trimestre dove le due potenze in campo se l’erano più o meno giocata alla pari, a fine giugno il gruppo diretto da Carlos Tavares ha leggermente arretrato, con 808.297 targe contro le 883.045 dell’Ovale Blu. Netta l’affermazione sulle realtà inseguitrici Hyundai e Honda.

Stellantis: a tanto così dal compiere il sorpasso

Stellantis

Analizzando le prime quattro potenze del mercato Usa fra gennaio e giugno rispetto al secondo semestre dello scorso anno emerge l’impatto avuto dalla crisi dei microchip sui tre big di Detroit. Hanno penalizzato il settore dei light truck (ovvero dei pick-up), i quali, solamente nei primi sei mesi, sono riuscito a scalzare dal trono le auto tradizionali.

Stando al report diramato da Just.Auto, dopo aver terminato il 2021 con 213 mila unità dietro le auto tradizionali, i pick-up hanno chiuso il primo semestre del 2022 in vantaggio di 41 mila esemplari.

Insegna Stellantis

Il piano strategico definito da Stellantis ha riservato parecchie soddisfazioni a livello di profitti e già lo sapevamo. Nel corso dell’ultimo incontro avvenuto con gli azionisti, Carlos Tavares ha illustrato gli eccellenti profitti raggiunti. Grazie alle economie di scala, e in generale alla politica di razionalizzazione dei costi, i bilanci sono ottimi, a dispetto dell’inevitabile contrazione di vendite, sulla falsariga degli altri operatori della filiera.