in ,

Alfa Romeo: ecco le auto che sarebbero dovute arrivare con Sergio Marchionne ma che non abbiamo visto

Ecco quali sono le auto di Alfa Romeo che dovevano arrivare ma alla fine non hanno mai debuttato durante l’era di Sergio Marchionne

Alfa Romeo Spider
Alfa Romeo Spider

Nei 14 anni in cui Sergio Marchionne è stato numero uno di Fiat Chrysler Automobiles sono state davvero tante le auto che hanno fatto il loro esordio nella gamma dei brand che fanno parte del gruppo italo americano. Tuttavia sono stati anche molti i modelli che inizialmente previsti alla fine non sono arrivati. Per quanto riguarda Alfa Romeo, tra il 2012 e il 2014 si parlò lungamente del possibile arrivo di una MiTo a 5 porte un modello che invece alla fine non ha mai debuttato.

Alfa Romeo: ecco i modelli che sarebbero potuti arrivare con Sergio Marchionne ma che poi alla fine non sono pervenuti

Altro modello particolarmente chiaccherato durante la guida di Sergio Marchionne in FCA è stato Alfa Romeo Spider. Il veicolo che in un primo momento sembrava potesse arrivare ad arricchire la gamma del Biscione alla fine ha dovuto lasciare spazio a Fiat 124 Spider. Anche di una Giulia Station Wagon si è parlato moltissimo negli scorsi anni. Su questo modello inizialmente Marchionne sembrava essere assai possibilista ma alla fine invece a causa dello scarso appeal del modello al di fuori del continente europeo non se ne fece nulla. 

Nuova-Alfa Romeo Alfetta dopo 2022

Altro modello più volte annunciato e mai arrivato è la nuova Alfetta. Dell’ammiraglia del Biscione si parla già da molto tempo. Questo veicolo sarebbe dovuto arrivare con il precedente piano industriale, quello che per intenderci si è concluso nel 2018 ma in realtà il suo debutto non si è concretizzato. Tra l’altro di Alfetta non si parla nemmeno nell’ultimo piano industriale, segnale questo che se mai un simile veicolo arriverà sarà solamente nel lungo periodo. Anche di una nuova Alfa Romeo Giulietta si parla da molto tempo ma per il momento è previsto solo un corposo restyling. 

Lascia un commento