in

Alfa Romeo Sauber: Vasseur teme che le voci su Ferrari possano influenzare negativamente Leclerc

Il team principal di Alfa Romeo Sauber teme che le voci su Ferrari possano nuocere a Leclerc

Charles Leclerc è approdato quest’anno alla Formula 1 con Alfa Romeo Sauber, dopo aver vinto la Formula 2 in maniera assolutamente magistrale, mostrando tutto il suo talento. Quasi a metà della stagione, gli ottimi risultati ottenuti dal giovane pilota hanno fatto nascere numerose indiscrezioni sul fatto che il monegasco possa prendere il posto di Kimi Raikkonen alla Ferrari per il 2019. In effetti se davvero il rinnovo di Raikkonen non si concretizzasse molto probabilmente Leclerc, essendo pilota della Ferrari Academy, potrebbe venire scelto per essere il compagno di squadra di Sebastian Vettel l’anno prossimo.

Alfa Romeo Sauber: Frederic Vasseur teme che le voci sul possibile approdo in Ferrari l’anno prossimo possano destabilizzare Leclerc

Il team principal di Alfa Romeo Sauber, Frédéric Vasseur, sottolinea il grande passo avanti che comporterebbe la promozione di Charles Leclerc in Ferrari, ma teme che queste voci possano destabilizzare il giovane pilota. Vasseur in proposito ha dichiarato: Passare dall’Alfa Romeo Sauber alla Ferrari è un grande passo avanti. Non possiamo prevedere cosa accadrà. Negli ultimi 20 anni, ci sono stati molti piloti che hanno fatto un’ottima prima stagione in F1. Non darò nomi, ma una volta completata la loro prima stagione, hanno avuto problemi. Non sono riusciti a ripetersi perché hanno avuto fretta di approdare in grossi team “. 

Insomma quello che vuole dire Vasseur è che secondo lui Leclerc dovrebbe pensare a chiudere nel migliore dei modi questa prima stagione in Formula 1 con Alfa Romeo Sauber senza perdere la concentrazione. Il team principal dunque spera che la pressione esercitata da Maranello non tronchi il futuro di Leclerc. L’ultimo precedente da questo punto di vista è quello di Max Verstappen, che inizialmente aveva fatto molto bene in Red Bull ma poi successivamente ha alternato prestazioni buone ad altre non sempre esaltanti. Vasseur infine ha messo in evidenza come storicamente Ferrari eviti di ingaggiare piloti troppo giovani essendo consapevole della grande pressione che grava sui suoi piloti.