in

Stellantis: altro stop produttivo in Francia

Lo stabilimento Stellantis situato a La Janais, nella parte sud di Rennes (in Francia), sconterà un nuovo stop produttivo di una settimana.

Stellantis Rennes
Stellantis Rennes

La notizia è stata diffusa stamattina, mercoledì 22 giugno 2022, in un consiglio sociale ed economico straordinario (CSE) organizzato presso il sito Stellantis (ex Peugeot Groupe) a La Janais, a sud di Rennes. Lo stabilimento è obbligato a interrompere le attività fino a venerdì 1° luglio (incluso), a causa dei problemi di approvvigionamento delle componenti elettriche, in tal caso le autoradio che equipaggiano la consolle centrale dei veicoli.

Stellantis: la fabbrica di Rennes chiede un time out

Stellantis Logo

Non si tratta di una prima volta. Al contrario, la carenza globale dei semiconduttori ha già provocato in diverse circostanze dei fermi inevitabili. L’ultima interruzione dell’attività risaliva allo scorso marzo, sempre di una settimana. L’entourage della direzione sottolinea come dall’inizio di aprile siano a pieno regime.

La fabbrica bretone sta vedendo la rinnovata versione della Citroen C5 Aircross, un modello di Stellantis accolto dal mercato in termini positivi, uscire dalle catene di montaggio. Hanno garantito il lancio in Francia e Spagna. I team addetti alla logistica stanno facendo del loro meglio per procurarsi parti. Una sfida quotidiana, e la carenza comincia a rifarsi sentire. Secondo l’amministratore delegato del conglomerato italo francese, Carlos Tavares, le difficoltà dovrebbero persistere ancora qualche altro mese.

L’auspicio del numero uno direttivo è di intravedere la luce a seguito del periodo estivo. Nel frattempo, tali rischi vanno a inficiare sui 2 mila dipendenti e lavoratori temporanei. Con due squadre, di solito realizzano 400 vetture al giorno, Citroen C5 Aircross e Peugeot 5008. In virtù di un accordo sull’attività parziale, vanno avanti a ricevere il 100 per cento degli stipendi accordati finché si offrono volontari per partecipare alla formazione, ha spiegato il management.

Stellantis business logo

D’altra parte, i lavoratori temporanei ottengono anticipi retributivi di 56 euro al giorno.
Intanto, i sindacati sollevano la direzione dalle responsabilità, tuttavia vige un clima di forte incertezza. Purtroppo – ha commentato Laurent Valy di CFDT -, era prevedibile, poiché la fabbrica di Sochaux è stata chiusa per una settimana.

Gli attuali sviluppi costituiscono motivo di preoccupazione visto che l’attività del complesso si basa fino al 2024 sulla Citroen C5 Aircross, non producibile per la mancanza di pezzi imprescindibili. Ad avviso di David Ruellan di SIA-CFTC ciò risulta destabilizzante per il personale.