in

Ferrari: dopo il GP di Gran Bretagna, Lewis Hamilton si interroga sulle sue “tattiche”

Lewis Hamilton parla di “Tattiche interessanti” mettendo in dubbio la lealtà sportiva di Ferrari

Formula 1 Lewis Hamilton e Sebastian Vettel

Il campione del mondo di Formula 1 Lewis Hamilton ha messo in dubbio le “tattiche” della Ferrari domenica, dopo che un incidente al primo giro con Kimi Raikkonen ha messo fine alle speranze del britannico di conquistare la quinta vittoria consecutiva nel Gran Premio di casa. Il numero uno del team Mercedes, Toto Wolff, si è anche chiesto se l’incidente, che ha mandato Hamilton sino alla diciassettesima posizione prima di tornare al secondo posto, fosse stato deliberato o semplicemente un segno di incompetenza.

Dura accuse a Ferrari da parte di Lewis Hamilton che parla di “Tattiche interessanti” mettendo in dubbio la lealtà sportiva delle rosse

Ferrari, attuale leader del campionato costruttori e di quello piloti con Sebastian Vettel, ha smentito le accuse dei rivali tedeschi. Hamilton subito dopo la gara ha parlato di “tattiche interessanti da parte di Ferrari”. Il pilota britannico ha poi continuato dicendo: “Tutto quello che vorrei dire è che ora sono due le gare in cui le Ferrari hanno eliminato una delle Mercedes. Una penalità di cinque secondi e una penalità di 10 secondi non sembrano essere sufficienti”. 

“Sono molti i punti che alla fine Valtteri (Bottas) e io abbiamo perso in questi due Gran Premi. Non voglio più pensare a quello che è successo ma dico solo che dobbiamo lavorare duro per cercare di posizionarci meglio in modo da non essere esposti nuovamente alle macchine rosse onde evitare che possano succedere di nuovo episodi di questo tipo”. 

Ferrari

Vettel  in risposta alle accuse di Hamilton parlando con i giornalisti a Silverstone ha dichiarato: “Penso sia abbastanza sciocco pensare che tutto ciò che è accaduto sia stato deliberato”. Il pilota di ferrari ha poi continuato dicendo: ” Ho visto solo brevemente sul monitor il contatto tra Kimi e Lewis, non penso ci fosse alcuna intenzione da parte del mio compagno di squadra e trovo un po’ inutili queste accuse.” Anche l’ex campione del mondo Jenson Button ha concordato che non c’era alcun intento da parte del pilota Ferrari smentendo le accuse di Hamilton.