in

Stellantis Vigo: lunedì riparte la produzione ma con limitazioni

Nello stabilimento di Vigo si torna a lavorare da lunedì 21 marzo dopo 17 giorni di stop ma la produzione sarà limitata

Stellantis Vigo
Stellantis Vigo

Vi abbiamo scritto nei giorni scorsi dello stop alla produzione dello stabilimento Stellantis di Vigo a causa della mancanza di microchip. Vi avevamo anche detto che la produzione sarebbe potuta riprendere lunedì prossimo, ma non era ancora certo. Nelle scorse ore è arrivata la conferma che le cose andranno così. Lo stabilimento Stellantis di Vigo riprenderà la sua attività lunedì prossimo 21, ma con delle limitazioni.

Stellantis: lunedì riparte la produzione nello stabilimento di Vigo ma con delle limitazioni

Saranno tre i turni del sistema 1 che riattiveranno la produzione “passando a un regime di due turni a partire da martedì”, secondo l’ Unione Indipendente dei Lavoratori (SIT). Per il sistema 2, invece, non è stata ancora confermata la data in cui si tornerà a lavorare nello stabilimento di Balaídos. La mancanza di fornitura di microchip, che colpisce l’intera industria automobilistica mondiale, è il principale fattore che sta ostacolando il ritorno alla normalità nei ritmi produttivi della ex fabbrica di PSA.

La fabbrica è chiusa dal 4 marzo e saranno trascorsi 17 giorni di inattività da quando i dipendenti del primo impianto, incaricati di costruire la Peugeot 301, Peugeot 2008 e Citroën C-Elysée, riprenderanno la produzione lunedì prossimo. Per il sistema 2, addetto ai furgoni, questa sosta potrebbe essere ancora più lunga.

Stellantis Loghi
Stellantis: nello stabilimento di Vigo si torna a lavorare da lunedì 21 marzo dopo 17 giorni di stop ma la produzione sarà limitata

Questo della mancanza d microchip non è un problema che affligge solo lo stabilimento spagnolo di Stellantis. Anche in Italia e in altre parti del mondo nelle fabbriche del gruppo nato dalla fusione di Fiat Chrysler Automobiles e PSA Groupe succede la stessa cosa. Si spera che nei prossimi mesi il problema possa essere definitivamente risolto. A questo problema si aggiunge la carenza di materie prime che deriva dallo scoppio della guerra tra Russia e Ucraina che sta aggravando ulteriormente la situazione.

Ti potrebbe interessare: Stellantis: il gruppo automobilistico ha annunciato che lo sciopero dei trasporti ha fermato la fabbrica di Figueruelas