in ,

Maserati Grugliasco: stop di due settimane a luglio

Nuovo fermo produttivo nello stabilimento Maserati Grugliasco, due settimane di stop a luglio

Nuovo brutto colpo per lo stabilimento Maserati Grugliasco. Il gruppo Fiat Chrysler Automobiles nelle scorse ore ha comunicato ai sindacati l’intenzione di programmare due settimane di fermo produttivo nel celebre stabilimento piemontese. Queste due settimane di stop saranno effettuate dal 9 al 20 luglio.

Ovviamente i sindacati non hanno preso bene questo ulteriore provvedimento deciso dai vertici di FCA per la fabbrica dove vengono prodotte alcune famose auto di Maserati. La Fiom CGIL parla di ennesima tegola per i dipendenti dello stabilimento che hanno sempre più timori per il futuro. 

Maserati Grugliasco: stop di due settimane a luglio, la FIOM CGIL molto preoccupata per il futuro

La Fiom CGIL ha espresso grande preoccupazione per l’ennesima promessa non mantenuta da Fiat Chrysler Automobiles a proposito di Maserati Grugliasco. Nelle scorse settimane infatti era stato promesso che nessuno stop di produzione avrebbe riguardato la fabbrica a luglio.

Invece le cose andranno diversamente da quanto ipotizzato. Il segretario torinese della Fiom, Federico Bellono, teme ulteriori problemi a settembre quando tutti i mille lavoratori della carrozzeria rientreranno nello stabilimento di FCA. 

La Fiom chiede che Fiat Chrysler garantisca l’occupabilità dello stabilimento Maserati Grugliasco. Ciò però secondo il sindacato potrà avvenire solo e soltanto se a breve Fiat Chrysler farà partire la produzione di nuovi modelli nello stabilimento. Altrimenti questa situazione non potrà che peggiorare ulteriormente già a partire dal prossimo autunno. 

Vedremo dunque se a proposito della situazione dello stabilimento Maserati Grugliasco nei prossimi mesi arriveranno rassicurazioni importanti da Fiat Chrysler Automobiles, così come chiedono i sindacati sempre più preoccupati per la sorte dei propri assistiti.