in

Stellantis: GAC non sa nulla sull’aumento della partecipazione

Stellantis: GAC non sembra entusiasta della decisione del gruppo di Carlos Tavares di aumentare la sua quota nella Joint venture

Stellantis Logo

Nei giorni scorsi il gruppo Stellantis ha ufficialmente confermato l’intenzione di voler aumentare la sua partecipazione nella Joint Venture in Cina con GAC. La società cinese però non è sembrata particolarmente entusiasta di questa notizia.

GAC non sa nulla dell’aumento della partecipazione di Stellantis nella loro Joint Venture

Infatti in un comunicato la casa automobilistica cinese ha dichiarato di aver appreso direttamente dal sito ufficiale di Stellantis il suo annuncio sull’adeguamento del patrimonio netto. “Questo annuncio non è stato approvato da noi e GAC Group se ne rammarica profondamente” riportava il comunicato

GAC ha poi aggiunto che “rispetterà rigorosamente le politiche e i regolamenti” e promuoverà l’impresa “in conformità con i principi della fiducia reciproca e dei risultati vantaggiosi per tutti”.

Insomma qualche problemino con GAC sembra esserci. Ricordiamo che la decisione di Stellantis di passare al 75 per cento deriva dal fatto che da qualche mese in Cina non c’è più l’obbligo per le società straniere di fare business al 50 per cento con una società cinese.

Stellantis
Stellantis: GAC non sembra entusiasta della decisione del gruppo di Carlos Tavares di aumentare la sua quota nella Joint venture

Ricordiamo infine che il gruppo automobilistico guidato dal CEO Carlos Tavares rivelerà un nuovo piano strategico globale il 1° marzo e gli analisti sperano che rivelerà come l’azienda intende far crescere la propria presenza in tutta la Cina.

Alcuni analisti affermano che Stellantis può sfruttare meglio i marchi Jeep e Maserati in tutto il paese e potrebbe anche utilizzare la Cina come base di esportazione verso il resto dell’Asia.

Inoltre, potrebbe anche approfondire i suoi legami con Foxconn. Non dimentichiamo inoltre che in futuro vi potrebbe essere spazio anche per Alfa Romeo che con le sue nuove auto è destinato a diventare un marchio premium globale. Vedremo in proposito cos’altro emergerà nei prossimi giorni.

Ti potrebbe interessare: Stellantis vuole incrementare la sua quota nella joint venture con GAC