in

Stellantis: buone notizie dagli USA

Stellantis: nel suo stabilimento di Detroit le emissioni di sostanze chimiche potenzialmente dannose sono inferiori agli standard federali e statali

Arrivano buone notizie dagli Stati Uniti per il gruppo Stellantis. A quanto pare infatti i dati del sistema di monitoraggio dell’aria installato nel nuovo stabilimento di assemblaggio a Detroit mostrano che le emissioni di sostanze chimiche potenzialmente dannose sono inferiori a quelle previste dagli standard federali e statali. Lo ha annunciato attraverso un comunicato la società guidata da Carlos Tavares che afferma che condividerà i dati con il pubblico trimestralmente.

Stellantis: nello stabilimento di Detroit le emissioni di sostanze chimiche sono inferiori agli standard

La decisione di includere i dati pubblicamente arriva dopo che il dipartimento statale per l’ambiente ha dichiarato che multeràil gruppo Stellantis e ha implementato un piano di conformità a seguito di molteplici violazioni della qualità dell’aria.

Le lamentele sugli odori da parte dei residenti hanno portato alla scoperta che alcune emissioni non venivano convogliate attraverso i controlli richiesti per ridurre gli inquinanti nel nuovo impianto di assemblaggio di Mack sul lato est della città e nello stabilimento di assemblaggio di pickup a Warren. Questo ovviamente arrecava disturbi ai vicini dell’impianto che infatti nelle scorse settimane più volte hanno fatto trapelare le loro lamentele.

Il gruppo Stellantis avvierà 900 milioni di dollari di investimenti presso lo stabilimento Jefferson North Assembly Plant, una struttura adiacente a Mack, a febbraio per la produzione di Jeep Grand Cherokee di prossima generazione e del SUV Dodge Durango.

Auto Stellantis
Stellantis: nel suo stabilimento di Detroit le emissioni di sostanze chimiche potenzialmente dannose sono inferiori agli standard federali e statali

Il sistema ha registrato una media di 10,9 microgrammi per metro cubo di biossido di azoto, al di sotto dei 53 microgrammi per metro cubo dello standard nazionale di qualità dell’aria ambiente, ha affermato la società La E. 7 Mile Road. La media del monitor era di 9,5 microgrammi per metro cubo.

Insomma una buona notizia per il gruppo automobilistico che negli ultimi tempi era stata al centro di polemiche a Detroit e più in generale negli Stati Uniti a causa di questo problema riguardante i cattivi odori e le emissioni in eccesso.

Ti potrebbe interessare: Stellantis: ecco le 6 novità più importanti nel 2022 in America Latina

Looks like you have blocked notifications!

Lascia un commento