in ,

Arretrati bollo auto, come mettersi in regola

Come regolarizzare la posizione con il bollo auto quando ci sono arretrati da versare perché omessi nei periodi di imposta precedenti

Non è difficile che ci siano contribuenti che si trovano ad avere arretrati bollo auto. Infatti, il bollo auto è una imposta obbligatoria che ogni titolare della proprietà di una auto, moto o altro mezzo di trasporto assoggettato, deve versare. Fino a quando un veicolo è iscritto al PRA (Pubblico Registro Automobilistico), l’imposta è dovuta. Questa è la regola generale da cui non si sfugge.

Il pagamento del bollo è a cadenza annuale. Per via dell’autonomia decisionale in materia, che hanno le Regioni italiane e dal momento che la tassa è una tassa regionale, anche la scadenza può essere oggetto di decisioni diverse da quelle generali da parte delle singole amministrazioni.

Occorre quindi verificare cosa ha deciso la Regione di residenza per verificare con esattezza quando l’imposta è dovuta. Dal calcolo alle scadenze, non sono poche le possibilità presenti i rete per scoprire quando occorre versare per essere in regola con il balzello.

Ed allo stesso tempo sempre online è possibile pagare il bollo e perfino gli arretrati bollo auto.

Bollo auto, calcolo, scadenza e tutto ciò che si trova in Internet

Come abbiamo detto, da Regione a Regione tutto può cambiare, perfino la data di scadenza del bollo auto. Siti internet dove è possibile fare il calcolo dell’importo dovuto, come per esempio il sito dell’Aci (Automobile Club Italia), mettono in evidenza sempre dal numero di targa, la data di scadenza del bollo e quella entro cui provvedere a pagare.

La scadenza del bollo auto in genere è quella dell’ultimo giorno del mese successivo a quello di immatricolazione del veicolo. Dal numero di targa si può risalire all’importo del bollo da pagare e pure alla scadenza del bollo stesso.

Arretrati bollo auto, perché si verificano

Dal momento che il bollo auto si paga a cadenza annuale e per le scadenze prima citate, ogni qualvolta un pagamento viene meno, cioè ogni qualvolta un automobilista omette di adempiere all’obbligo di pagamento della tanto discussa tassa, siamo di fronte a tutti gli effetti ad un arretrato.

Il mancato pagamento di un bollo auto può essere saldato in tempi brevi a tal punto da evitare che si arrivi al ruolo, cioè alla cartella esattoriale. Una volta che la Regione ha demandato ad Agenzia delle Entrate Riscossione (e prima ad Equitalia o ancora prima alla Ritrimat) l’incasso del bollo non pagato, sanzioni, interessi e tutte le spese accessorie sono a carico del contribuente.

L’obbligatorietà del bollo infatti, lo rende pressoché impossibile da non versare, tanto è vero che alla fine il Concessionario alla riscossione ha armi pesanti per riuscire ad incassare, con le cattive, ciò che la Regione non è stata capace di fare con le buone.

bollo auto

Pagamento arretrati bollo auto, come mettersi in regola

Ma pagare il bollo arretrato prima che questo diventi cartella esattoriale è, oltre che più semplice, anche meno oneroso dal punto di vista delle sanzioni. Per esempio, pagare il bollo auto tra il 15° ed il 30° giorno successivo alla scadenza prevista, prevede una sanzione pari all’1,5% dell’importo originariamente dovuto.

Sempre così, tra il 31° ed il 90° giorno dalla scadenza, l’importo dovuto sale dell’1.67%. Pagare entro i 12 mesi dalla scadenza espone ad un surplus (se si paga a partire dal 91° giorno successivo alla scadenza) pari al 3,75%. Basta però superare i 12 mesi per entrare nel perimetro di un evidente salasso (30% di maggiorazione dell’importo più gli interessi di mora).

Come per il calcolo, in aiuto dei contribuenti “distratti”, c’è il sito dell’Automobile Club Italia, su cui si può controllare se sono regolari i pagamenti dei bolli pregressi.

Come pagare bollo auto e arretrati bollo auto

Sono numerose le possibilità che la normativa vigente offre agli automobilisti in materia pagamento del bolo auto. Si può pagare infatti sia tramite gli intermediari autorizzati, classici e nuovi, che on line o tramite domiciliazione bancaria.

La piattaforma utile al pagamento telematico è PagoPA. Ormai la digitalizzazione di moltissimi degli adempimenti a cui sono chiamati i contribuenti italiani ha anche il bollo auto al suo interno. E così come telematicamente è possibile controllare la scadenza del bollo o calcolare l’importo esatto da versare, così si può provvedere anche a pagare.

Il sistema che prevede l’utilizzo della piattaforma PagoPA, è un sistema assolutamente sicuro e trasparente, largamente utilizzato oggi giorno per i pagamenti verso molti Enti della Pubblica Amministrazione. Per accedere a questo innovativo sistema di pagamento, si può utilizzare qualsiasi Applicazione di HomeBanking di qualsiasi istituto di credito presso cui si hanno rapporti, purchè si tratti di Istituto che ha aderito alla piattaforma.

Pagamento bollo auto e arretrati, le alternative

Si può accedere pure tramite i servizi digitali di Aci o, per esempio, della Regione Lombardia. Inserendo i dati dei veicolo e quelli del proprietario dello stesso, si può usare anche l’Applicazione Web “PagoBollo”. Fa al caso dell’interessato anche l’applicazione IO per i servizi delle Pubbliche Amministrazioni.

Valida alternativa al pagamento telematico di PagoPA c’è l’opzione degli intermediari abilitati, anche se in questo caso al costo del Bollo Auto spesso occorre aggiungere la commissione, ovvero il guadagno sull’operazione che gli intermediari si caricano.

Si può pagare quindi tramite intermediari e cioè tramite:

  • Sportelli fisici di banche o Poste Italiane;
  • Sportelli Atm di banche e Poste Italiane;
  • Tabaccherie e ricevitorie abilitate Punto Lis (Lottomatica), Sisal e convenzionate con Banca 5 SPA;
  • Agenzie di Pratiche Automobilistiche autorizzate;
  • Uffici territoriali ACI;
  • Centri AVANTGARDE, ISACO, ITALIA NET SERVICE, SERMETRA, STANET.

Infine si può optare per la soluzione ideale per chi non vuole inserire anche il Bollo Auto tra le scadenze da ricordare che come detto sono tantissime. SI tratta della domiciliazione bancaria, con la quale alla scadenza automaticamente dal proprio Conto Corrente verranno prelevati i soldi del Bollo Auto dovuto. E tra le altre cose per chi adotta questa soluzione, in alcuni casi si gode di uno sconto sul bollo pari al 15% dell’importo originario.

Looks like you have blocked notifications!

Lascia un commento