in

Ferrari 250 GT Berlinetta Competizione: uno dei sei prototipi all’asta

La vettura è stata restaurata completamente presso l’officina Ferrari a Modena

Nel corso di un’asta che si terrà a Le Castellet (Francia) il 19 novembre 2021, RM Sotheby’s proporrà uno dei sei prototipi della Ferrari 250 GT Berlinetta Competizione costruiti, vettura che ha anticipato la 250 GT Berlinetta Competizione Tour de France.

Sviluppata durante la graduale eliminazione della popolare 250 MM, la casa automobilistica di Maranello avrebbe costruito sei prototipi della 250 GT Berlinetta Competizione a passo lungo nel ‘55. Dispone di una carrozzeria disegnata da Pininfarina e della piattaforma della 250 Europa GT.

Ferrari 250 GT Berlinetta Competizione 1955 asta
Ferrari 250 GT Berlinetta Competizione interni

Ferrari 250 GT Berlinetta Competizione: un esemplare del 1955 è in cerca di una nuova casa

Era costruita sul telaio Tipo 508 con passo di 2600 mm e il motore Colombo V12 Tipo 112. Come successore della 250 MM, la 250 GT Berlinetta Competizione avrebbe adottato e sviluppato gran parte dell’ingegneria Ferrari impiegata nella prima vettura.

Il telaio n°0385 GT presenta una forma slanciata migliore della precedente 250 MM e della moderna 375 MM con uno stile Berlinetta caratterizzato da angoli arrotondati intorno al corpo. Questo prototipo si distingue per diverse caratteristiche davvero uniche, tra cui la mancanza di un cofano del bagagliaio, che accentua le sue linee pulite e fluide se vista da dietro.

Ferrari 250 GT Berlinetta Competizione 1955 asta

Questa Ferrari 250 GT Berlinetta Competizione vanta inoltre sospensioni anteriori indipendenti con molle elicoidali e strumentazione Borletti Tipo 102 della 375 MM. È stata costruita con finestrini laterali scorrevoli più orientati alle competizioni. La costruzione delle prime 250 GT Berlinetta Competizione ha anche segnato la progressione di una fiorente collaborazione tra Ferrari e Pininfarina.

Con la sua livrea Argento originale, l’auto è stata esposta al Salone di Torino del 1955 accanto a una 250 Europa GT Coupé del ’54, anch’essa carrozzata da Pininfarina. Il primo proprietario di questa vettura è stato il presidente dell’Automobile Club di Milano di quel periodo.

Ferrari 250 GT Berlinetta Competizione 1955 asta

Ha ricevuto un completo restauro

Nei successivi anni è appartenuta ad altri due italiani, prima di essere spedita nel gennaio del 1964 a un nuovo proprietario ad Atene, in Grecia. L’anno successivo purtroppo la vettura è stata coinvolta in un incidente stradale.

Dopo essere rimasta a parcheggio per circa 10 anni, un americano, che all’epoca viveva a Roma, avrebbe fondato la concessionaria Ferrari Foreign Cars Italia nel North Caroline, riuscendo a salvare il veicolo che si trovava ancora in Grecia. Presso l’officina ufficiale di Ferrari a Modena, la Ferrari 250 GT Berlinetta Competizione “0385 GT” fu restaurata completamente.

Ferrari 250 GT Berlinetta Competizione 1955 asta

Al termine, l’auto fu venduta a un noto collezionista nel Wisconsin che la tenne per diversi anni prima di venderla a un altro collezionista, questa volta in Germania. Verso la fine degli anni ‘90, la 250 GT Berlinetta Competizione è stata venduta a un noto collezionista francese di lunga data.

Grazie a un controllo effettuato all’inizio di quest’anno, la Ferrari ha ottenuto la certificazione Ferrari Classiche. Ad oggi si presenta come uno dei migliori prototipi sopravvissuti.

Looks like you have blocked notifications!

Lascia un commento