in

Alfa Romeo: esteso lo stop alla produzione di Giulia e Stelvio

La produzione ripartirà nella seconda settimana di luglio

La produzione di Giulia e Stelvio nello stabilimento Alfa Romeo di Cassino resterà ferma più tempo del previsto. Il sito produttivo laziale ha registrato un blocco totale delle attività lo scorso 21 giugno (ma alcuni reparti sono fermi dal 18 giugno) con la speranza di riprende la produzione con l’inizio del nuovo mese di luglio considerando che la cassa integrazione richiesta dall’azienda terminava il 30 giugno.

Già nei giorni scorsi erano emerse le prime indiscrezioni in merito ad un prolungamento della fermata produttiva. In queste ore, tali anticipazioni hanno trovato una conferma ufficiale. La produzione delle Alfa Romeo Giulia e Stelvio sarà ferma anche ad inizio del prossimo mese di luglio. Al momento, la ripresa delle attività è fissata per il prossimo 8 luglio. Da notare che non c’è alcuna garanzia che la produzione possa effettivamente riprendere in questa data visto che già nelle scorse settimane si era parlato di un maxi-stop tra giugno e luglio per Cassino.

Di certo, anche a luglio le attività sulla linea produttiva delle Alfa Romeo Giulia e Stelvio saranno minime. Dei 22 giorni lavorativi previsti a luglio, infatti, già in 5 è previsto uno stop completo delle attività. Come già registrato a giugno, anche a luglio potrebbe registrarsi un netto taglio della produzione rispetto al programma. Al momento, l’ipotesi di un dimezzamento delle attività per il mese di luglio è concreta.

Ricordiamo, inoltre, che per il mese di agosto è già prevista la chiusura estiva, dal 9 al 20 agosto, a cui potrebbe seguire un ulteriore taglio delle attività con ricorso agli ammortizzatori sociali. Discorso simile per il mese di settembre con almeno un terzo delle giornate di lavoro che potrebbe essere caratterizzato da un nuovo ricorso alla cassa integrazione.

A Cassino, però, le cose potrebbero cambiare radicalmente ad ottobre ma non per merito dei modelli di Alfa Romeo.

Alfa Romeo Giulia e Stelvio MY 2021 (2)

Il Maserati Grecale sarà in produzione in autunno

Secondo le informazioni rivelate dai sindacati alcuni mesi fa, il primo giorno di produzione di serie per il Maserati Grecale nello stabilimento di Cassino è fissato per il mese di ottobre. In questi ultimi giorni, la casa del Tridente ha confermato il lancio del nuovo D-SUV per la fine del anno in corso.

E’ chiaro, quindi, che mancano pochi mesi alla tanto sospirata salita produttiva per il sito di Cassino che, dallo scorso dicembre, con la fine della produzione della Giulietta, ha registrato un crollo delle attività. Il Grecale non colmerà la capacità produttiva del sito laziale (che attualmente lavora a meno del 20% della sua capacità) ma darà una mano importantissima.

Il lancio del Maserati Grecale dovrebbe completarsi, come confermato dalla casa del Tridente, nel corso del primo trimestre del 2021. Di conseguenza, possiamo ipotizzare che per Cassino bisognerà attendere ancora diversi mesi prima di poter sfruttare al massimo la linea del Grecale, riducendo drasticamente il ricorso agli ammortizzatori sociali.

Maserati Grecale

Nessuna novità per il restyling di GIulia e Stelvio

Originariamente previsto per il 2020-2021, il restyling di Giulia e Stelvio, con le tanto sospirate varianti ibride, sembra essere finito nel dimenticatoio. Al momento, infatti, non sono ancora stati avvistati in strada i prototipi del restyling e non ci sono informazioni concrete in merito ad una possibile finestra di lancio.

L’ipotesi che questo restyling arrivi soltanto nel corso del 2022, come ultimo aggiornamento della carriera dei due modelli Alfa Romeo, diventa sempre più concreta di mese in mese. Staremo a vedere se nelle prossime settimane ci saranno novità in merito a questi progetti. Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti.

Looks like you have blocked notifications!

Lascia un commento