in

In arrivo 2 mesi di polizza RCA gratis nel decreto Sostegni bis

Da oggi 21 giugno inizia la discussione sugli emendamenti al decreto Sostegni bis

false assicurazioni

Ed alla fine anche le polizze assicurative obbligatorie per circolare in auto, cioè le polizze RCA finiscono con l’entrare nel decreto Sostegni bis. Il nuovo decreto emergenziale che il governo ha varato per venire incontro alla gravissima crisi economica scatenatasi a seguito dell’emergenza sanitaria per il Coronavirus, resta il contenitore di misure di aiuto per famiglie, lavoratori e imprese. 

Adesso si passerà alla valutazione parlamentare delle proposte di correzione al testo licenziato dal Consiglio dei Ministri. E proprio una proposta correttiva che i gruppi parlamentari hanno la facoltà di presentare, prevede una novità riguardo alla polizza RC Auto, quella che effettivamente rappresenta per milioni di famiglie italiane, un costo annuale da sostenere. 

Due mesi gratis per l’assicurazione RC Auto

Prosegue l’iter in Parlamento per il decreto Sostegni bis. Infatti adesso il decreto di emergenza che molti italiani attendono per via delle misure di sostegno in esso contenute, entra nella fase degli emendamenti. Si tratta delle canoniche operazioni di proposte di correttivi e proposte di nuovi provvedimenti che o gruppi parlamentari mettono all’attenzione del governo. Sono circa 500 gli emendamenti al decreto che da oggi 21 giugno 2021, verranno prima valutati e poi votati. Infatti il cronoprogramma del decreto Sostegni bis prevede che dal 21 giugno all’8 luglio si dovranno dare risposte a queste proposte di modifica depositate dai gruppi parlamentari per poi avviare la discussione generale del nuovo testo del decreto, alla Camera dei deputati di Montecitorio. Testo che verrà portato all’attenzione parlamentare dalla Commissione Bilancio della stessa Camera dei deputati. In base alle indiscrezioni sulle proposte pervenute, c’è un emendamento che proporrebbe due mesi di RCA gratuita

Alcune compagnie l’anno scorso fecero tutto da sole

In pratica, si propone di abbuonare due mesi di RC Auto per gli automobilisti italiani. Il motivo scatenante di questo emendamento è relativo ai vari e tanti provvedimenti di lockdown e restrizioni alla circolazione delle auto, con cui gli italiani hanno avuto a che fare. Lockdown nazionali e locali che anche nel 2021 sono proseguito copiosi come nel 2020, alternandosi tra loro in base all’andamento della pandemia.

Le restrizioni hanno fatto sì che la circolazione in auto, che poi è alla base dell’obbligo di pagamento della polizza RC Auto obbligatoria, venisse di fatto limitata. Divieto di spostamento tra regioni, coprifuoco e smart working hanno ridotto il numero di chilometri che mediamente gli italiani effettuavano in auto. L’effetto degli effetti in pratica è stato che gli italiani hanno pagato polizze per un servizio che quasi non hanno utilizzato, con le compagnie che a veicoli impossibilitati a circolare, hanno drasticamente visto ridursi il rischio che si accollano dietro versamento del premio assicurativo da parte degli automobilisti. 

Lo scorso anno le compagnie, alla luce del primo lockdown imposto con l’avvio della pandemia, partirono con provvedimenti autonomi che in alcuni casi hanno anticipato o forse suggerito questo emendamento. Infatti alcune compagnie assicurative pensarono bene di scontare un mese di assicurazione ai loro clienti al primo rinnovo del contratto. Più o meno quello che adesso si propone di fare il nuovo emendamento, stavolta però riguardante due mesi si sconto sulla polizza. 

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI