in

Nuova Ferrari Dino potrebbe essere il successore della F8 Tributo

Il debutto di questa misteriosa vettura potrebbe avvenire durante il Salone di Monaco 2021

Ferrari F8 Tributo

La Ferrari F8 Tributo è arrivata sul mercato solo due anni fa ma le ultime indiscrezioni rivelano che la casa automobilistica modenese sta lavorando già a un successore che addirittura potrebbe montare sotto il cofano un nuovo motore V6 ibrido al posto del V8 biturbo.

Gli ultimi rumor hanno identificato questa vettura con il nome di Ferrari Dino o SF60 e pare che sorgerà sulla stessa piattaforma della Maserati MC20. Quest’ultima utilizza un propulsore montato in posizione centrale che condivide le caratteristiche con il V6 biturbo da 2.9 litri di derivazione Ferrari usato da Alfa Romeo su Giulia e Stelvio Quadrifoglio.

Ferrari F8 Tributo
Ferrari F8 Tributo interni

Nuova Ferrari Dino: la prossima supercar potrebbe avere un V6 biturbo ibrido

Soprannominato Nettuno, il nuovo V6 biturbo da 3 litri del Tridente riesce a sviluppare 630 CV di potenza e 730 nm di coppia massima. Oltre a questo, la piattaforma della MC20 è stata progettata sin dall’inizio per accogliere un gruppo propulsore elettrico a batteria. Dunque, un motore ibrido sarebbe facile da implementare in una piattaforma progettata sia per la combustione interna che per l’elettricità.

Questo vuol dire anche che la presunta nuova Ferrari Dino a motore centrale sarà una vettura ibrida, una ibrida plug-in per essere più precisi. Seguendo le orme della più potente SF90 Stradale, la SF60 dovrebbe avere almeno un propulsore elettrico montato anteriormente, abbinato a un motore endotermico. Pare che la potenza complessiva dell’intero sistema propulsivo dovrebbe essere compresa fra 811 e 852 CV.

Ferrari F8 Tributo

L’attuale SF90 Stradale riesce ad erogare una potenza totale pari a ben 1000 CV provenienti da un V8 biturbo da 4 litri che produce soltanto lui 780 CV e da tre motori elettrici con potenza complessiva di 220 CV. Supponendo che la parte ibrida plug-in sia la stessa della SF90, la nuova Dino dovrebbe erogare 850 CV (630 CV della MC20 + 220 CV). Possiamo aspettarci la stessa batteria (o una simile) accanto al gruppo propulsore ibrido plug-in.

Ad ogni modo, uno dei motori elettrici sarà installato tra il nuovo V6 e la trasmissione a doppia frizione a 8 velocità mentre gli altri due si occuperanno di azionare le ruote anteriori. Questi ultimi permetteranno di far viaggiare la vettura in modalità 100% elettrica e per la retromarcia, proprio come avviene sulla SF90 Stradale.

Da tutte queste informazioni possiamo dedurre anche che la nuova Ferrari Dino potrebbe essere più veloce persino della 812 Competizione vista la presenza della trazione integrale, di maggior potenza e coppia istantanea e per le sue dimensioni inferiori. Per quanto riguarda il debutto, la presunta Ferrari Dino/SF60 potrebbe essere presentata dal cavallino rampante il 7 settembre, il primo giorno del Salone di Monaco 2021.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento