in ,

Multa con telecamera: domicilio sconosciuto? Notifica alla residenza

Il Comune ha diritto a inviare il verbale lì dove c’è la certezza che il destinatario lo legga

Se una contravvenzione da Codice della Strada arriva a casa, lo possiamo capire anche dalla busta verde. Contiene la multa da autovelox o da altra telecamera: Tutor, semaforo rosso, varco elettronico di una Zona a traffico limitato. Ora, l’ordinanza 10929/2021 della Cassazione si occupa di un caso particolare: cosa succede se il domicilio del proprietario della macchina è sconosciuto? Valida la notifica alla residenza.

Il Comune ha diritto a inviare il verbale lì dove c’è la certezza che il destinatario lo legga. Idem per qualsiasi altro ente che deve accertare il luogo in cui recapitare la missiva: Provincia, Regione o altri mittenti. Fra l’altro, le spese di accertamento e notifica si pagano: siamo attorno ai 12 euro. Quindi, se la multa è di 100 euro, si pagano 112 euro inclusi i costi aggiuntivi. Spesso con strane procedure. Per esempio, il Comune è al Nord Italia, l’ente che fa l’accertamento per conto dell’Ente locale è al Centro del Paese, con le spese che lievitano.

notifica alla residenza

Notifica alla residenza: è lecita

Il principio della Cassazione è semplice: secondo la giurisprudenza della Corte, la conoscenza o l’ignoranza di residenza, dimora o domicilio del soggetto destinatario di notificazione non possono derivare esclusivamente dalle risultanze anagrafiche dei pubblici registri. Ma richiedono l’esperimento delle indagini necessarie secondo l’ordinaria diligenza, delle quali l’ufficiale notificante deve dare atto nella relata di notifica. Sta tutto scritto nella documentazione che l’automobilista riceve: il Comune o l’ente che procede per il Comune evidenzierà tutto il lavoro svolto per capire dove inviare la multa.

Nel caso in esame, è stato accertato, in sede di infruttuosa notifica presso la residenza anagrafica, che il destinatario aveva lasciato l’abitazione per un domicilio ignoto. Risultato: tutti gli automobilisti che sgarrano ricevono la multa, non si scappa. O meglio, tutti i proprietari delle auto immortalate dall’autovelox. Dopodiché, il titolare del mezzo comunicherà alle Forze dell’ordine il nome del guidatore cui eventualmente sottrarre punti della patente.

Looks like you have blocked notifications!

Lascia un commento