in ,

Fiat Chrysler Automobiles: Sergio Marchionne parla di Alfa Romeo, Maserati e Lancia ad Amsterdam

Il numero uno di Fiat Chrysler Automobiles parla della situazione attuale di Maserati, Lancia e Alfa Romeo.

Fiat Chrysler Automobiles Sergio Marchionne Amsterdam

Nel corso dell’assemblea degli azionisti di Fiat Chrysler Automobiles tenutasi ad Amsterdam, Sergio Marchionne, numero uno del gruppo, ha affrontato numerosi argomenti. In particolare, il CEO ha parlato del futuro dei suoi principali brand, ossia Alfa Romeo, Maserati e Lancia. Marchionne è rimasto davvero soddisfatto dei risultati raggiunti fino ad ora dalla casa automobilistica del Biscione.

Infatti, dopo anni un po’ bui, lo storico brand italiano è riuscito a rilanciarsi in tutto il mondo, soprattutto grazie alle ultime Alfa Romeo Giulia e Stelvio che gli hanno permesso di fare davvero grandi numeri. Molti automobilisti di tutto il mondo, infatti, apprezzano parecchio le due auto sia per quanto riguardo le performance che il lato estetico.

Fiat Chrysler Automobiles Sergio Marchionne Amsterdam

Fiat Chrysler Automobiles: Sergio Marchionne parla della situazione attuale dei suoi principali brand

La situazione potrebbe addirittura migliorare per Alfa Romeo con l’arrivo di nuovi veicoli che saranno annunciati dall’amministratore delegato di Fiat Chrysler Automobiles il 1 giugno a Balocco. La stessa cosa vale per Maserati. Sergio Marchionne è rimasto molto contento anche delle prestazioni raggiunte fino ad ora dal tridente grazie alle ultime vetture arrivate sul mercato, fra cui il SUV Levante.

I Brand di Fiat Chrysler Automobiles

Per quanto concerne Lancia, il numero uno di FCA ha detto chiaramente che in questo momento tutto è possibile. Il top manager del gruppo italo-americano, difatti, parla sia di un possibile rilancio in futuro del marchio che di una cessione. La cosa più importante è che, qualunque decisione verrà presa, possa assicurare un profitto per Fiat Chrysler Automobiles.

Riguardo Fiat e Jeep, quest’ultimo brand sta facendo davvero bene in tutto il mondo e continuerà a fare meglio nei prossimi mesi con l’arrivo di nuove auto. Per la casa automobilistica torinese, invece, Sergio Marchionne vuole puntare parecchio in Sud America riducendo la presenza in Europa.