in ,

Mega truffa Telepass per viaggiare gratis: galera

Pensava di frodare il gestore autostradale impunemente, ma è stato acciuffatto e condannato a 9 mesi

Un uomo, per anni, si è accodato in auto ad altri veicoli che transitavano in modo regolare. Una truffa Telepass per viaggiare gratis: approfittando della barra che resta verticale per qualche istante. Infilava il casello e via: zero pedaggi. Lo ha fatto e rifatto un bergamasco tallonava pericolosamente la macchina davanti per sfruttare la scia. Ben 34 volte senza pagare il pedaggio del casello di Arona sull’autostrada A26.

Truffa Telepass per viaggiare gratis: preso

Ma grazie alle telecamere, alla fine il soggetto è stato acciuffato. I sistema di ripresa video non gli hanno dato scampo. In caso di mancato pagamento il sistema registra automaticamente la targa dei mezzi in transito: si arrivare al trasgressore? Si arriva al proprietario dell’auto. Dopodiché, si cerca chi in effetti ha commesso il reato. Da Codice Penale: di proposito, ripetuto, rischiosissimo per la sicurezza stradale.

Trattasi truffa, per la presenza di raggiri finalizzati a evitare il pagamento del pedaggio. Più il risarcimento danni, da versare ad Autostrade per l’Italia.

Ovviamente, questo è un caso limite. Ma cosa succede se non si paga il pedaggio? Anzitutto, viene emesso uno scontrino che attesta debito, sia nelle piste con operatore sia in quelle automatiche. Questo è il Rapporto di mancato pagamento: vengono riportati i dati del veicolo (classe e targa), i dati di transito (data, ora, casello di uscita e, laddove disponibile, anche il casello di entrata e l’importo da pagare).

Il debito si salda senza aggravio di spese entro 15 giorni dalla data di emissione. Trascorso tale periodo l’importo sarà maggiorato degli oneri di accertamento: le spese a favore del gestore che ha cercato il proprietario della vettura.

Il mancato versamento di quanto dovuto comporterà il recupero forzoso del credito con il conseguente aggravio delle spese a carico del debitore. In tal caso, i relativi atti saranno trasmessi alla Polizia Stradale per la conseguente contestazione delle sanzioni amministrative.

Dove sta scritto? Nell’articolo 176, commi 11, 11 bis e 21, del Codice della Strada per l’accertata violazione dell’obbligo di pagamento del pedaggio autostradale: € 85 di multa e decurtazione di 2 punti dalla patente di guida dell’effettivo trasgressore. Quindi, il titolare dell’auto deve dire chi guidava. Se no, multa supplementare di 300 euro.

[foto puramente illustrativa]

Looks like you have blocked notifications!

Lascia un commento