in ,

Cartelli di precedenza: 3 cose da sapere

Da seguire con il massimo scrupolo, visto che proprio agli incroci si verificano incidenti gravi

Cartelli di precedenza

Passo io o passa lui? Spesso un automobilista se lo chiede, magari perché distratto. A chiarire tutto c’è la regola della precedenza: passa chi arriva da destra. Quando due veicoli stanno per impegnare un incrocio, e le loro traiettorie stanno per intersecarsi, si ha l’obbligo di dare la precedenza a chi proviene da destra, salvo diversa segnalazione. Ecco allora che entrano in gioco i cartelli di precedenza, fondamentali per evitare impatti anche gravi agli incroci.

1) Cartelli di precedenza: rallentare

Il segnale “dare la precedenza” è usato sul ramo della intersezione che non gode del diritto di precedenza. Indica ai conducenti l’obbligo di dare la precedenza ai veicoli che circolano nei due sensi sulla strada sulla quale stanno per immettersi. Viene installato sulla soglia dell’intersezione. Vedi foto in alto.

2) Precedenza a destra

C’è un secondo cartello che può essere usato per esigenze di sicurezza o di volumi di traffico in particolari intersezioni. Dare sempre la precedenza a destra: foto sotto. Preannuncia un incrocio in cui vale la regola generale di dare la precedenza a destra. Occorre procedere a velocità particolarmente moderata per dare la precedenza ai veicoli provenienti da destra.

Ovviamente, spetta ai gestori garantire la sicurezza stradale in zona: proibire le installazioni di chioschi, stazioni di rifornimento, cartelli pubblicitari e altri impedimenti alla visibilità. Sì al taglio di cespugli o di alberi, con l’eliminazione di muri. Insomma, tutto quanto è pericoloso per la vista o per le uscite di strada va tolto.

intersezione-con-precedenza-a-destra

 

Cosa fare? Rallenti. Se necessario, ti fermi. E fai passare. Per terra, ci sono anche i triangolini bianchi.

3) Stop: fermarsi sempre

Invece, la questione cambia con lo Stop. Il segnale “fermarsi e dare la precedenza” è nelle intersezioni o nei luoghi che non godono del diritto di precedenza. Per indicare ai conducenti l’obbligo di fermarsi, in corrispondenza dell’apposita striscia di arresto, e di dare la precedenza prima di inoltrarsi nell’area dell’intersezione o di immettersi nel flusso della circolazione. Qui si fa l’errore più comune: rallentare e basta. No: c’è l’obbligo assoluto di stopparsi. Foto giù.

stop

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento