in ,

Ubriaco ma con auto ferma e motore acceso: multa per la Cassazione

Non conta nulla che la macchina non sia in movimento

Ubriaco ma con auto ferma e motore acceso

La multa per guida in stato d’ebbrezza la conoscete: superando mezzo grammi di alcol per litro di sangue, scatta la sanzione. Tanto più pesante quanto più si ha bevuto. E per i neopatentati basta un goccio di alcol, perché c’è tolleranza zero. Questo quando si viaggia. E nel caso di un ubriaco ma con ubriaco ma con auto ferma e motore acceso? Verbale sacrosanto per la Cassazione: sentenza 11557/2021. Confermata la linea precedente.

La fermata con motore acceso va punita. Non conta nulla che la macchina non sia in movimento. L’uomo perde in tutti i gradi di giudizio. Come ampiamente argomentato dalla Corte di appello, e dal giudice di primo grado, non rileva il fatto che il conducente alla guida del veicolo sia fermo o in movimento. La giurisprudenza di legittimità ha più volte ribadito, in materia di circolazione stradale, come la fermata costituisca una fase della circolazione (21057/2018).

Ubriaco ma con auto ferma e motore acceso: doppia batosta

Pertanto, l’ubriaco paga la multa da Codice della Strada: nel suo caso, il massimo, per oltre 1,5 grammi di alcol ogni litro di sangue. Ossia 1.500 euro più altre pene accessorie. Consegue alla declaratoria di inammissibilità del ricorso la condanna del ricorrente al pagamento delle spese processuali, più il versamento della somma di 3.000 in favore della Cassa delle ammende, non ravvisandosi assenza di colpa nella determinazione della causa di inammissibilità (Corte Costituzionale, sentenza 186/2000).

Attenti alle fake news: della serie, se sono fermo con motore acceso faccio quello che voglio. Come tenere lo smartphone in mano. O essere ubriaco. In realtà, la circolazione della vettura avviene anche da ferma e con motore acceso: quella è la discriminante. No ai ricorsi bufala al Prefetto che fanno solo raddoppiare le multe.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento