in ,

Telepass: estensioni del contratto, multi-veicoli e limitazioni

Il Telepass nasce per essere collegato ad un solo veicolo, ma ci sono formule alternative che consentono un utilizzo più esteso dell’apparecchio.

Anche se in questi mesi di pandemia parlare di viaggi, autostrade, veicoli e pedaggi autostradali può essere considerato fuori luogo per via delle limitazioni agli spostamenti, sul Telepass le domande che molti automobilisti si fanno restano sempre tante.

Uno dei dubbi maggiori che accompagnano quanti hanno sottoscritto un contratto Telepass per evitare di fermarsi ai caselli autostradali o per sfruttare i parcheggi convenzionati, riguarda la possibilità di utilizzarlo anche su altri veicoli oltre a quello principale.

In linea di massima il Telepass viene collegato ad un solo veicolo, ma ci sono possibilità di estenderne l’utilizzo ad altri veicoli. Tutto dipende dal tipo di contratto che si sottoscrive.

 

Telepass, cos’è

Il Telepass è quella scatoletta che molte auto montano e che serve per evitare code al casello autostradale e ultimamente, anche per entrare nei parcheggi convenzionati. I entrambi i casi il Telepass evita per il conducente il pagamento del ticket con relativa perdita di tempo tra casello e apparecchiature ticket.

Il funzionamento del Telepass è abbastanza semplice perché la scatoletta riesce a inviare un segnale, per esempio al passaggio al casello, attraverso il quale il veicolo viene riconosciuto e lasciato passare nel momento in cui entra o esce da un tratto autostradale.

E lo stesso accade per i parcheggi convenzionati con Telepass. Una soluzione diffusissima e utilizzata da milioni di automobilisti che pagano pedaggi e parcheggi direttamente in conto corrente.

Una soluzione ottimale e semplificata se si pensa che per esempio, il pedaggio autostradale da pagare va fatto fermandosi al casello, pagando in contanti o con carta alle postazioni automatiche o manualmente all’addetto al casello. Il tutto con una inevitabile perdita di tempo che specie nei periodi di massimo traffico, può essere piuttosto fastidiosa. Ecco perché l’alternativa Telepass è molto diffusa, perché consente di superare il casello rallentando solamente e passando a 30 Km/h affinché la macchinetta registri il passaggio del veicolo.

 

Si può usare il Telepass su altre auto?

In fase di sottoscrizione del contratto Telepass l’automobilista deve indicare la targa del veicolo associato al Telepass. Naturalmente servirà anche il numero di Conto corrente con tanto di Iban sul quale verranno addebitati i pedaggi, ma la targa assume rilevanza particolare.

Infatti per il contratto tipico Telepass ad ogni scatoletta corrisponde un solo veicolo ed una sola targa. In pratica, prendere la scatoletta e spostarla su un altro veicolo non è ammesso e va ricordato che il mancato pagamento del pedaggio o qualsiasi altra azione non a norma può produrre multe anche molto salate.

Ma esistono formule contrattuali alternative che possono consentire questa opzione.  Infatti oltre alla formula Telepass classica o base che dir si voglia, esistono tipologie di contratto che arrivano a permettere in fase di sottoscrizione, il collegamento del dispositivo a più veicoli.

I vari tipi di contratto Telepass, dal classico al Family

Naturalmente il discorso che facciamo riguarda automobilisti privati, perché ci sono contratti particolari che riguardano aziende e flotte di veicoli collegati. Per il privato le formule esistenti sono il linea di massima tre.

La formula classica è quella che consente di collegare un dispositivo al proprio veicolo, indicato in sede di contratto con il numero di targa. Poi c’è la formula Family, da sottoscrivere immediatamente nel momento in cui si stipula il contratto e che permette di utilizzare un solo conto corrente dove addebitare i pedaggi e i ticket, ottenendo due dispositivi per due veicoli abbinando due numeri di targa.

Successivamente alla stipula di un contratto, sia esso ordinario o Family, si può sempre intervenire aggiungendo altri veicoli. Telepass Twin, questo il nome della formula che consente a chi ha già un abbonamento Telepass, di aggiungerne un altro a prezzo scontato. In pratica si può aggiungere un secondo veicolo al Telepass già ottenuto, in modo tale da utilizzarlo per entrambi i veicoli. E nel caso della formula Family con due veicoli a Telepass, in pratica se ne possono utilizzare in totale 4.

Sito Web e App per smartphone

Da anni la digitalizzazione anche delle pratiche per ottenere il Telepass ha prodotto notevoli semplificazioni anche per quanto riguarda gli adempimenti successivi al primo contratto. Sul portale “www.telepass.com”, esiste una area riservata alla quale si può accedere grazie a delle credenziali che il diretto interessato riceve nel momento in cui sottoscrive il contratto Telepass.

Ma non c’è solo il sito Internet naturalmente, perché esiste anche una Applicazione per smartphone dedicata ed utilizzabile sia tramite dispositivi Android che IOS.

Grazie a questi strumenti cambiare targa di un veicolo associato al Telepass (in caso di sostituzione veicolo per vendita o alienazione, ma anche semplicemente per cambio auto utilizzata per i viaggi autostradali), oppure aggiungerne altri è molto facile.

Ricapitolando, non è ammissibile usare il Telepass su veicoli non indicati e al massimo si possono associare due veicoli a Telepass. Ma per via della semplificazione procedurale a variare i dati del contratto, il cambio di targa più volte potrebbe esser una soluzione ottimale per poter sfruttare comunque il dispositivo.

Looks like you have blocked notifications!

Lascia un commento