in

Alfa Romeo Sauber, Marcus Ericsson parla della nuova stagione di Formula 1

Marcus Ericsson di Alfa Romeo Sauber parla della stagione 2018 di F1

Alfa Romeo Sauber Marcus Ericsson propositi F1 2018

Domenica prossima si terrà il primo appuntamento stagionale nel circuito di Melbourne dove si svolgerà il Gran Premio d’Australia. Quest’anno, come tutti voi saprete, correrà il nuovo team Alfa Romeo Sauber al fianco di Ferrari. Tutti i fan del brand del Biscione sperano che questa nuova partnership fra la casa automobilistica milanese e la scuderia elvetica possa portare dei buoni risultati.

Uno dei 2 piloti, che affronterà la prossima stagione della massima competizione automobilistica, è Marcus Ericsson che, nonostante i risultati poco soddisfacenti ottenuti lo scorso anno, è stato confermato per la nuova stagione. Il pilota svedese di Alfa Romeo Sauber ha voluto esprimere alcune considerazioni sulla prossima edizione del campionato di F1.

Alfa Romeo Sauber Marcus Ericsson propositi F1 2018
Marcus Ericsson

Alfa Romeo Sauber: il pilota Marcus Ericsson parla della stagione 2018 di F1

In particolare, Ericsson continua ad essere convinto che in questo momento Sauber resta un team da metà classifica e inoltre pensa che sono tra i meno veloci della griglia centrale. Il pilota svedese continua sostenendo che il team italo-elvetico dovrà riuscire a trovare il giusto equilibrio e far funzionare al meglio le gomme sul circuito di Melbourne in occasione del GP d’Australia.

L’obiettivo principale sarà quello di lottare con gli altri piloti del gruppo centrale. Marcus Ericsson sostiene che quest’anno il neonato team Alfa Romeo Sauber ha tutti i presupposti per fare molto bene in questo campionato di Formula 1.

Il pilota svedese, infatti, ricorda che la scuderia ha a disposizione la nuova monoposto C37 con un nuovo motore Ferrari. Entrambi dovrebbero risolvere molte delle lacune avute nella scorsa stagione. Anche se Ericsson non si aspetta il meglio già da Melbourne, comunque egli pensa che il team potrà migliorare nettamente rispetto lo scorso anno. A questo punto, non ci resta che attendere ancora qualche giorno per vedere i primi risultati.