in

Ferrari: Sergio Marchionne attacca duramente Liberty Media

Il presidente di Ferrari attacca duramente Liberty Media durante la conferenza stampa di Ginevra

Ferrari Sergio Marchionne Liberty Media

Nel corso della conferenza stampa al Salone dell’auto di Ginevra 2018, Sergio Marchionne, presidente di Ferrari, ha attaccato duramente Liberty Media, l’azienda che gestisce da qualche anno la Formula 1. In particolare, il CEO di Fiat Chrysler Automobiles non è d’accordo sulle ultime disposizioni prese dai dirigenti della società americana, soprattutto quelle rivolte al futuro del famoso campionato automobilistico.

In particolare, durante la conferenza stampa, Sergio Marchionne ha chiaramente detto che Liberty Media non comprende per nulla gli aspetti tecnici della massima competizione automobilistica e non può assolutamente modificare il DNA della Formula 1 solo per incrementare gli spettatori.

Ferrari Sergio Marchionne Liberty Media

Ferrari: Liberty Media attaccata da Sergio Marchionne durante la conferenza stampa di Ginevra

Il presidente della Ferrari teme che le nuove regole, che Liberty Media vorrebbe introdurre, possano cambiare radicalmente quelle che sono le caratteristiche che fino ad ora ha contraddistinto la famosa competizione automobilistica.

Il numero uno del cavallino rampante, inoltre, chiede una tutela maggiore delle differenze che da anni contraddistinguono una scuderia da un’altra e che le nuove regole potrebbero togliere. Il CEO di FCA ha spiegato che non avrebbe molto senso correre in Formula 1 se la sua monoposto differisce da quella di Mercedes soltanto per alcune piccole caratteristiche.

Infine, durante la stessa conferenza stampa al Salone dell’auto di Ginevra 2018, Marchionne ha dichiarato che la nuova monoposto di Maranello è riuscita a comportarsi bene nel primo test ufficiale sul circuito di Montmelò, a Barcellona.