in ,

Incentivi elettriche per redditi bassi: niente per ora

Manca il decreto attuativo previsto per fine gennaio 2021

ricarica_veicoli_elettrici_1_2

Si fanno le leggi, che rimandano a ulteriori decreti. Se questi non arrivano, le leggi non sono effettive, pur essendo in vigore. Trattasi di burocrazia italiana. Un esempio riguarda gli incentivi elettriche per redditi bassi: niente per ora. In teoria, con la legge Bilancio 2021, c’è uno sgravio del 40% all’acquisto di elettriche con prezzo di listino fino a 30.000 euro (più Iva) per redditi Isee familiari inferiori a 30.000 euro. Perché non c’è il decreto attuativo.

Incentivi elettriche per redditi bassi: solo teoria, per adesso

Entro il 31 gennaio 2021, il ministro dello Sviluppo economico (di concerto con il ministro dell’Economia) doveva emanare il decreto con le modalità e i termini per l’erogazione del contributo. Anche ai fini del rispetto del limite di spesa: 20 milioni di euro.

Pertanto, non c’è il decreto, la legge non è effettiva, non si conosce il tetto della spesa. Eppure, la burocrazia ha avuto un mese di tempo per fissare queste norme. Non così rivoluzionarie, non tali da richiedere chissà quanto tempo per la loro elaborazione. Siamo solo in presenza di una detrazione fiscale.

Ovviamente, per fortuna, gli ecobonus normali per auto elettriche a prescindere dal reddito, e gli ecobonus per auto a benzina e diesel, ci sono. Senza complicazioni burocratiche. Sono partiti tardi, il 18 gennaio. Anziché il 1° gennaio. Ma ci sono.

Rincaro revisione auto: no, non c’è

Stessa sorte per il rincaro della revisione auto. Per legge, era necessario il decreto attuativo per fine gennaio. In teoria, la regola obbliga il ministero dei Trasporti ad aumentare di 9,95 euro, entro il 30 gennaio 2021, la tariffa delle revisioni dei veicoli, portandola dunque da 45 a 54,95 euro (più Iva).

A oggi, 4 febbraio, del decreto non c’è neppure l’ombra. Resta la bufala online che il rialzo viene assorbito da un buono sconto. Fake news: in realtà, un’auto su 41 ne beneficerà. Un doppio pasticcio in un colpo solo.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento