in ,

No, per ora non c’è stato nessun aumento della revisione auto

Manca il decreto che avrebbe dovuto rendere effettivo il rincaro

No, per ora non c’è stato nessun aumento della revisione auto. Manca il decreto che avrebbe dovuto rendere effettivo il rincaro. Tutto nasce con la legge Bilancio 2021. La regola obbliga il ministero dei Trasporti ad aumentare di 9,95 euro, entro il 30 gennaio 2021, la tariffa delle revisioni dei veicoli, portandola dunque da 45 a 54,95 euro (più Iva). Ma serve un decreto. A oggi, 25 gennaio 2021, il decreto di attuazione ancora non c’è.

Per ora non c’è stato nessun aumento della revisione auto: si vedrà

Se e quando il decreto attuativo arriverà, per far revisionare il proprio veicolo si pagheranno 54,95 euro di tariffa revisioni, 12,09 euro di Iva, 10,20 euro di diritti motorizzazione e 1,78 euro per corrispettivo del servizio di versamento postale. In totale 79,02 euro rispetto ai 66,88 attuali.

Ribadiamo: oggi 66,88 euro. Al 25 gennaio, è ancora così. Se e quando ci sarà il decreto, siamo a 206 milioni di euro all’anno di incassi in più: per i centri revisione 161,2 milioni di euro all’anno; per lo Stato maggiori ricavi Iva per oltre 35 milioni.

Occhio alla bufala del buono revisione

Su Internet, va forte anche una seconda bufala. Ci sarebbe un buono revisione per tutti. Quindi, la revisione aumenta. Ma poi la paghi come prima, grazie al bonus revisione.

No, non è così. Il “buono veicoli sicuri”, del valore di 9,95 euro, è destinato a chi, tra il 2021 e il 2023, dovrà sottoporre il proprio veicolo a revisione. Sono 4 milioni di euro per ciascuno degli anni 2021-2023 e per un solo veicolo a motore e per una sola volta nel triennio. Morale: una fettina infinitesimale della torta di automobilisti che faranno la revisione otterranno il bonus.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Lascia un commento