in

FCA What’s Behind risponde agli automobilisti

Ultima puntata della seconda stagione di FCA What’s Behind nasce proprio per rispondere a tutte le domande degli automobilisti

FCA What’s Behind
FCA What’s Behind

Le nuove tecnologie e i nuovi prodotti introducono opportunità di fruizione inedite, ma anche interrogativi nuovi: l’ultima puntata della seconda stagione di FCA What’s Behind nasce proprio per rispondere a tutte le domande degli automobilisti che si affacciano al domani.

Nuovamente, FCA apre le porte dei suoi centri di ricerca e sviluppo e dei proving ground sparsi in tutto il mondo: le vetture stanno cambiando, ma non cambia certo l’approccio meticoloso al testing, alle verifiche, alle validazioni e alle prove di fatica.

Ultima puntata della seconda stagione di FCA What’s Behind nasce proprio per rispondere a tutte le domande degli automobilisti

Il cuore tematico di questa puntata è dunque spiegare come sono fatte le vetture ibride ed elettriche e come FCA sia riuscita a proporre modelli totalmente nuovi, o dotati di tecnologie inedite, senza snaturare le caratteristiche che, nel corso degli anni, ne hanno decretato il successo o hanno reso alcune vetture autentiche icone riconoscibili a livello globale.

Le auto ibride utilizzano l’energia elettrica come fonte per un motore ausiliario a supporto di quello termico. Esistono diverse tipologie di ibrido: le Mild Hybrid, con il motore elettrico che non trasferisce il moto alle ruote, ma aiuta quello tradizionale a funzionare in maniera più efficiente. Ne sono un esempio la Fiat Panda, la Fiat 500 e la Lancia Ypsilon, accomunate dalla denominazione Hybrid: l’evoluzione di modelli già ideali per il panorama urbano, oggi ancora più ecologiche ed economiche.

Un’altra declinazione dell’ibrido è rappresentata dalle Plug-In Hybrid, dotate di un tradizionale motore termico e di batterie ricaricabili direttamente con una presa di corrente, che consentono all’auto di percorrere decine di chilometri spinte dal solo motore elettrico.

I SUV Jeep Made in Italy Compass e Renegade 4xe sono il perfetto esempio di vetture Plug-In Hybrid: i modelli 4xe, infatti, possono essere 100% elettrici, vetture ideali per la guida quotidiana in città, e assicurare al contempo, la proverbiale capability off road del Brand, con trazione 4×4.

Un capitolo a sé, piuttosto importante, è rappresentato dall’auto elettrica, di cui la Nuova Fiat 500 è l’emblema: la prima vettura di FCA nata full electric. Il motore elettrico utilizza l’energia fornita dalla batteria trasformandola nell’energia meccanica necessaria a far muovere la vettura. L’energia elettrica accumulata dalla batteria viene trasferita al motore elettrico grazie all’inverter.

Questo dispositivo trasforma la corrente continua dell’accumulatore in corrente alternata e la invia al motore. In fase di rilascio dell’acceleratore o frenata, il motore elettrico svolge il ruolo di generatore e ricarica la batteria. Così funziona anche la Nuova Fiat 500, in grado di garantire grandi prestazioni e un’autonomia di centinaia di chilometri per guidare senza pensieri.

Non solo: questa puntata di FCA What’s Behind racconta i numerosi aspetti del nuovo approccio al lavoro e dell’ingegnerizzazione, e tutte le sfide inedite relative allo sviluppo, alla durata e all’efficacia delle batterie, alla ricarica, alla dinamica di guida e alla sicurezza. Tutti aspetti testati in condizioni estreme e raccontati attraverso immagini inedite.

Ti potrebbe interessare: FCA What’s Behind: il terzo video mostra il centro prove di Balocco

 

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento