in ,

Decreto Covid a Natale con supermulta per chi sgarra in auto

Attenzione a non sbagliare durante le feste natalizie: in agguato il verbale

controlli-carabinieri-coronavirus

Decreto Covid a Natale con supermulta per chi sgarra in auto. Chi viaggia in macchina senza poterlo fare subisce un verbale di 533 euro; sono 400 euro per chi va a piedi. In più, dicendo il falso alle Forze dell’ordine (per esempio, sto correndo dalla mia bisnonna malata), scatta un reato. Si passa al Codice Penale, con pene che includono la reclusione a seconda della gravità. Chi poi viaggia in auto in quarantena o sapendo di essere positivo al coronavirus riceve un’accusa speciale: può essere quella di attentato alla salute pubblica. Potevi diffondere il corona, in piena pandemia, e bisogna punirti.

Decreto Covid a Natale con supermulta per chi sgarra in auto: le norme

Questo la sintesi estrema di regole complicatissime: il decreto Covid. Firmato dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Più il Dpcm (decreto del presidente del Consiglio dei ministri), firmato da Giuseppe Conte.

Saranno anche normative di difficilissima lettura e interpretazione. Ci sarà anche bisogno delle faq del Governo che spiegano meglio le regole. Ma chi sgarra paga, c’è poco da fare. La legge non ammette ignoranza. Tantomeno bugie a Polizia locale, Polizia stradale, Carabinieri. Pensate di non pagare? Leggete qui: le cartelle esattoriali sono in partenza.

Spostamenti in base al colore della Regione

  1. Cominciamo da due pilastri. Divieto di spostarsi da una Regione all’altra se non per lavoro o salute, per raggiungere la residenza o per “necessità”, autocertificate, come quella di “assistere un genitore solo”. Nei giorni di Natale, Santo Stefano e Capodanno non ci si potrà muovere dal proprio Comune.
  2. Dal 4 al 20 dicembre e, successivamente, anche dal 7 gennaio in poi, chi vive nelle Regioni gialle potrà muoversi liberamente, anche superando i confini regionali.
  3. Zone arancioni e rosse: vietato ogni spostamento al di fuori del Comune.
  4. Regioni arancioni: raccomandazione di di evitare tutti gli spostamenti non strettamente necessari nell’arco della giornata.
  5. Zone rosse: vietato ogni spostamento, anche all’interno del proprio Comune. Come previsto dall’ultimo decreto legge, inoltre, dal 21 dicembre al 6 gennaio non sarà possibile (salvo motivi di lavoro, necessità o salute) varcare i confini regionali, nemmeno nelle zone gialle.

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento