in

FCA: una settimana di stop per la produzione a Melfi ma gli ordini tornano a crescere

FCA ha cancellato due giorni di cassa integrazione previsti per novembre

Fca Melfi

Ha preso il via il già preventivato stop produttivo per lo stabilimento FCA di Melfi che resterà fermo sino al prossimo 6 novembre per quanto riguarda le linee di produzione di Fiat 500X e Jeep Renegade, che coinvolgono circa 6 mila lavoratori, e sino al prossimo 4 novembre per quanto riguarda la linea di produzione della Fiat Punto, su cui lavorano circa mille dipendenti. 

Lo stop, come detto, era già stato annunciato da FCA alcune settimane fa e rientra nel processo di riallineamento della produzione legato al progressivo e fisiologico calo delle vendite della Fiat Punto, sempre più vicina alla fine della produzione, ed al rallentamento delle richieste da parte del mercato internazionale per 500X e, soprattutto, Jeep Renegade. 

Nonostante il ritorno della cassa integrazione a Melfi rappresenti un nuovo campanello d’allarme per il settore di produzione auto italiano, in queste ore arrivano anche notizie positive. FCA, infatti, deciso di ridimensionare il ricorso alla cassa integrazione cancellando lo stop alla produzione già previsto per le domeniche del 12 e del 26 di novembre. 

Questa scelta è legata ad una nuova crescita degli ordinativi dei due crossover compatti prodotti a Melfi e fa ben sperare in vista del futuro anche per le numerose aziende dell’indotto collegate, a doppio filo, ai lavori di produzione dello stabilimento lucano. E’ chiaro che è ancora presto per poter valutare con precisione come si evolveranno le cose per i modelli prodotti a Melfi ma la scelta di cancellare lo stop alla produzione annunciato in precedenza fa ben sperare. 

Per il futuro di Melfi, in ogni caso, sarà necessario aggiungere almeno un nuovo modello alle linee di produzione anche in considerazione della fine della carriera della Fiat Punto. Per il momento, purtroppo, FCA non ha ancora rilasciato alcuna informazioni in merito ai progetti in via di sviluppo per Melfi (sempre che ve ne siano attualmente) nonostante tutte le principali sigle sindacali continuino a richiedere un incontro con l’azienda. 

Di certo, ulteriori dettagli sul futuro di Melfi arriveranno in occasione della presentazione del piano industriale di FCA, in programma nel corso del primo trimestre del prossimo anno. Qualche informazione in più potrebbe, in ogni caso, essere divulgata già nelle prossime settimane. Continuate, quindi, a seguirci per tutti gli aggiornamenti.