in

FCA premia i fornitori in America Latina e parla della maggior nazionalizzazione delle componenti

Juliano Almeida vuole intesificare i rapporti con i fornitori del gruppo per eliminare eventuali problemi

FCA premia fornitori America Latina

FCA LATAM ha sfruttato l’Annual Supplier Conference & Awards per consegnare dei premi ai suoi fornitori appartenenti a 20 categorie con l’obiettivo di aumentare la nazionalizzazione dei componenti per i veicoli prodotti in Brasile e Argentina, nonché di accompagnare la crescita della produzione a una velocità superiore a quella prevista dalla crisi provocata dal coronavirus.

Durante la cerimonia online, Juliano Almeida – direttore acquisti di FCA America Latina – ha sottolineato che il suo obiettivo principale è quello di costruire un rapporto più stretto tra Fiat Chrysler Automobiles e gli anelli della sua catena di fornitura in modo da superare al meglio questo momento difficile, soddisfare la crescente domanda, migliorare le prestazioni aziendali e lanciare nuovi prodotti.

Juliano Alex de Almeida FCA
Juliano Almeida, direttore acquisti di FCA America Latina

FCA: il gruppo vorrebbe produrre in America Latina diverse componenti per evitare problemi in futuro

Vogliamo essere il cliente preferito, in modo che i fornitori ci portino per primi nuove tecnologie, processi, soluzioni e servizi che renderanno FCA riconosciuta come un’azienda innovativa, audace, veloce e pionieristica. Più che un produttore di componenti, il fornitore è un partner nello sviluppo dei nostri prodotti“, ha dichiarato Almeida.

Secondo il dirigente, gli obiettivi strategici del gruppo per il 2020-2021 con la sua catena di fornitura sono la localizzazione, l’incontro con lo sviluppo di nuovi prodotti che saranno lanciati a breve e l’ottimizzazione della risposta al mercato.

Con un aumento della domanda al di sopra delle aspettative, il direttore del reparto acquisti di FCA LATAM afferma che la riduzione del budget per gli acquisti del gruppo dei suoi 450 fornitori attivi per quest’anno dovrebbe essere compresa tra il 22% e il 25%. Parliamo di un risultato migliore rispetto alla riduzione prevista all’inizio della crisi pari al 36%.

Nel 2019, Fiat Chrysler Automobiles stimava di spendere 4,4 miliardi di euro per acquisti in America Latina, ossia il 16% in più rispetto all’anno precedente. Almeida riconosce che il COVID-19 ha destabilizzato la catena di approvvigionamento, ha creato colli di bottiglia e l’azienda ha dovuto affrontare diversi problemi negli ultimi mesi con la mancanza di componenti.

Fca2-443987

Il successo del nuovo Fiat Strada ha messo a dura prova il gruppo

Alcune aziende non credevano che avremmo recuperato la produzione a un ritmo più veloce. Di conseguenza, si sono dimessi e hanno esaurito le risorse per riprendere la fornitura secondo necessità. Stiamo parlando ai fornitori di prestare attenzione alla loro capacità produttiva e prepararci a garantire consegne in volumi crescenti nei prossimi mesi“, ha detto il direttore acquisti di FCA America Latina. Il motivo principale della domanda superiore va al nuovo Fiat Strada i cui primi esemplari sono stati consegnati ai concessionari dallo scorso luglio.

Abbiamo ricevuto 28.000 ordini, equivalenti a quasi tre mesi di produzione. Le scorte di componenti che dovevamo produrre si sono esaurite nelle prime settimane dopo il lancio, dobbiamo riprogrammare gli ordini e anticipare gli investimenti per aumentare la capacità“, ha dichiarato Juliano Almeida.

Guardando al 2021, con diversi lanci pianificati, il dirigente vuole far avvicinare i fornitori per verificare quali sono le difficoltà. “L’obiettivo è trasformare il tradizionale rapporto commerciale di acquisto e vendita in un modello di partnership commerciale. Ho parlato ogni trimestre con i presidenti delle aziende fornitrici per costruire questo nuovo rapporto e anticipare i problemi che possono essere risolti prima che influenzino i nostri risultati“, ha spiegato Almeida.

Dato che la svalutazione del cambio rende molto più costosi i componenti importati, l’aumento della nazionalizzazione è diventato oggetto di desiderio di FCA. Una delle parti sempre più presenti nelle vetture nazionali e che ancora non viene prodotta in America Latina è il cambio automatico.

Fiat Strada 2021

Costruire una nuova fabbrica in Brasile richiede un elevato investimento

Tuttavia, Almeida riconosce che ci sono difficoltà nel nazionalizzare questa componente come ad esempio l’elevato investimento necessario per costruire una fabbrica in Brasile. Altre parti che si rivelano delle opportunità sono le telecamere posteriori o i cuscinetti a sfera che oggi arrivano dalla Cina.

L’importazione di queste componenti, oltre ad essere diventata più costosa, frena la produzione in caso di avvenimenti come il coronavirus. In questo momento, il direttore acquisti di FCA America Latina afferma di voler contrattare con i fornitori per rivedere i prezzi delle componenti importate nel paese.

Alcuni mesi fa l’azienda ha cercato di individuare delle opportunità per spostare parte della produzione di pezzi dai partner ad altre unità del gruppo presenti nel mondo ma al momento questo progetto è stato interrotto a causa della forte domanda interna della stessa FCA in Brasile.

Nell’edizione 2020 del premio ai fornitori, il gruppo automobilistico italo-americano ha scelto le aziende brasiliane che hanno raggiunto le migliori performance in 20 categorie di valutazione. Quest’anno sono stati nominati 23 partner.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento