in

GM cita in giudizio ex membro del consiglio che avrebbe rivelato segreti a FCA

GM ha citato in giudizio un ex membro del consiglio, accusandolo di aver divulgato informazioni riservate a Fiat Chrysler

General Motors Co. ha citato in giudizio un ex membro del consiglio, accusandolo di aver divulgato informazioni riservate a una società rivale e alla United Auto Workers, una mossa che il produttore di automobili dice gli sia costata miliardi a causa di un maggiore costo del lavoro. In una causa federale intentata nel New Jersey questa settimana, GM ha accusato Joseph Ashton, un ex vice presidente dell’UAW, di aver accettato tangenti dal concorrente Fiat Chrysler Automobiles, che all’epoca stava cercando di fare pressione su GM per una fusione. Il signor Ashton è stato direttore di General Motors in passato.

L’avvocato del signor Ashton, Jerome Ballarotto del New Jersey, non ha risposto immediatamente alle richieste di commento. Fiat Chrysler ha definito prive di valore le accuse più ampie di GM di corruzione di funzionari sindacali, contenute in altri contenziosi, e ha affermato che sono un tentativo di danneggiare la reputazione dell’azienda.

Nella sua causa, GM ha affermato che Fiat Chrysler avrebbe utilizzato conti bancari offshore per corrompere il signor Ashton in cambio di informazioni riservate a cui aveva accesso nel suo ruolo di membro del consiglio di GM. L’ex funzionario UAW ha fatto parte del consiglio di amministrazione di GM dal 2014 al 2017. La causa accusa anche il signor Ashton di aver preso tangenti da Fiat Chrysler durante il periodo in cui era il principale negoziatore sindacale dell’UAW con GM.

General Motors ha detto che Fiat Chrysler ha pagato il signor Ashton per essere più duro con loro nelle trattative di lavoro. “In parte a causa della slealtà di Ashton e delle violazioni della fiducia, GM è stata costretta a sostenere miliardi di dollari in un aumento del costo del lavoro”, afferma la causa. La causa è un’estensione di uno sforzo più ampio da parte di GM per ritenere Fiat Chrysler responsabile per quello che sostiene fosse uno sforzo orchestrato per danneggiarla.

Ti potrebbe interessare: General Motors contro una concessionaria che in USA vende anche auto di FCA

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento