in

FCA e PSA modificano l’accordo di fusione a causa di COVID-19

I consigli di amministrazione di FCA e PSA hanno deciso di modificare il loro accordo di fusione raggiunto lo scorso dicembre

Gli azionisti di Fiat Chrysler Automobiles NV vedranno un dividendo inferiore alle attese in vista della fusione della casa automobilistica italo americana con il rivale francese Groupe PSA perché la pandemia COVID-19 ha messo sotto pressione la liquidità finanziaria.

I consigli di amministrazione di FCA e PSA hanno deciso di modificare il loro accordo di fusione raggiunto lo scorso dicembre al fine di preservare l’equilibrio 50-50 e il valore economico dell’entità combinata, che sarà nota come Stellantis, Lo hanno detto FCA e PSA  lunedì in una dichiarazione congiunta. L’accordo dovrebbe ancora concludersi durante il primo trimestre del 2021.

Fiat Chrysler distribuirà agli azionisti un dividendo di 3,4 miliardi di dollari prima della fusione invece dei 6,5 miliardi di dollari concordati in precedenza. PSA, tuttavia, ritarderà la distribuzione della sua partecipazione del 46% nel fornitore di auto Faurecia fino a dopo la chiusura dell’accordo. Gli azionisti di entrambe le società riceveranno il 23% delle distribuzioni in Faurecia.

Sulla base delle condizioni di mercato e delle prestazioni, le società hanno affermato che i consigli di amministrazione potrebbero anche prendere in considerazione una distribuzione di 593 milioni di dollari agli azionisti di ciascuna società prima della fusione o un’allocazione di 1,2 miliardi di dollari in seguito.

Le misure cercano di “garantire che Stellantis disponga di tutte le risorse di cui ha bisogno per applicare le sue risorse uniche, le sue energie creative e molte opportunità per la creazione di valore superiore per tutti i nostri stakeholder”, ha affermato in una nota Mike Manley, CEO di FCA.

Le case automobilistiche hanno anche aumentato i loro risparmi sui costi annuali previsti per la combinazione a $ 5,9 miliardi, in aumento rispetto alle stime originali di $ 4,4 miliardi dopo “progressi significativi” effettuati da un team congiunto che lavorava all’accordo. La società ha ripetutamente insistito sul fatto che non ci saranno chiusure di impianti a seguito della fusione. Lunedì dopo l’annuncio, le azioni di Fiat Chrysler sono aumentate del 2,4% negli scambi post-mercato.

Ti potrebbe interessare: Fusione FCA-PSA in Stellantis boom sinergie a 5 miliardi

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento