in

Maserati potrebbe realizzare un SUV di dimensioni maggiori del Levante

I primi mesi di commercializzazione del nuovo Maserati Levante sono stati un successo internazionale. Dopo la presentazione avvenuta al Salone di Ginevra dello scorso anno ed il progressivo via alle vendite in tutti i principali mercati, il SUV della casa italiana si è subito imposto come il modello di riferimento del brand, almeno per quanto riguarda i volumi di vendita e la possibilità di trainare la crescita.

Grazie al Maserati Levante, il marchio ha visto raddoppiare le sue vendite, rispetto al 2015, nel corso del secondo semestre dell’anno passato che si è chiuso con una crescita percentuale del +30% ed il record di 42 mila unità vendute in tutto il mondo. Risultati eccezionali che, anche considerando le performance di Maserati di gennaio, verranno replicati anche nel corso del 2017 che sarà un anno da record per il brand.

Maserati Levante

Dal web emergono, nel frattempo, nuove interessanti ipotesi in merito ad una possibile espansione della gamma SUV di casa Maserati. I rumors, che poggiano le basi in gran parte su alcune dichiarazioni del COO di Maserati Australia, l’azienda starebbe valutando la possibilità di realizzare un secondo SUV, di dimensioni maggiori rispetto al Levante, in grado di garantire un ulteriore upgrade delle vendite nel settore dei SUV di lusso che, nel corso dei prossimi anni, sarà sempre più affollato con l’arrivo di nuovi modelli come il Lamborghini Urus.

E’ chiaro che, almeno per il momento, le informazioni in merito al progetto sono davvero poche. Le possibilità di espansione sono, a conti fatti, enormi e Maserati, partendo dalla stessa base del Levante, potrebbe realizzare, con un investimento tutto sommato ridotto rispetto ai potenziali guadagni garantiti dal progetto, il nuovo SUV in pochi anni. Il veicolo potrebbe, quindi, diventare uno dei fulcri del prossimo piano industriale di Maserati (l’attuale terminerà nel 2018) così come il Levante è stato il punto centrale del piano industriale del brand presentato nel 2014.

Maserati potrebbe, quindi, creare una gamma speculare a quella formata da Ghibli e Quattroporte che, insieme, riescono a coprire tutto il mercato delle berline premium offrendo soluzioni per tutte le necessità e tutti i gusti, da soluzioni sportive estreme a modelli improntati sul lusso senza dimenticare le versioni entry level più “economiche” con motori diesel.

Ciò che è certo è che il nuovo Maserati Levante ha, di fatto, aperto enormi possibilità di crescita per il brand che, ricordiamo, punta a raggiungere entro fine 2018 il target di 70 mila unità vendute ogni anno in tutto il mondo. La crescita garantita dal SUV in soli sei mesi rappresenta una spinta fondamentale per il marchio italiano che, a questo punto, potrebbe davvero sfruttare il trend di crescita del settore SUV di lusso per dar vita ad un nuovo progetto, un Levante XL, in grado di massimizzare i risultati di vendita nel corso dei prossimi 5-10 anni.

Leggi anche: Maserati richiama 50.000 veicoli per rischio di incendi

Ricordiamo che nel futuro prossimo, Maserati ha intenzione di ampliare la gamma del Levante con la nuova versione ibrida che sarà anche la prima vettura ibrida dell’intero brand. Di certo, nei prossimi mesi, magari già a marzo durante il Salone di Ginevra 2017, l’azienda italiana potrebbe svelare qualche dettaglio in più in merito ai suoi progetti futuri. Continuate a seguirci, quindi, per tutti gli aggiornamenti legati al futuro di Maserati.

Mopar By FCA

Mopar, importante iniziativa per i clienti Fiat, Lancia e Alfa Romeo

Alfa Romeo Stelvio Base

Alfa Romeo Stelvio: debutto europeo al Salone di Ginevra