in

Ferrari e Aston Martin multate dall’Ue perchè inquinano

Ferrari
Ferrari

Arriva una cattiva notizia questa volta per Ferrari. La celebre casa automobilistica del cavallino rampante è stata multata insieme ad Aston Martin dall’Unione Europea. La multa è arrivata in quanto le due aziende motoristiche avrebbero violato i limiti previsti dalle norme del vecchio continente per quanto riguarda le emissioni. Si tratta comunque di fatti avvenuti nel 2015 per i quali solo adesso da Bruxelles è arrivata questa multa di 410 mila euro per lo storico marchio automobilistico del Presidente Sergio Marchionne. Ovviamente per un’azienda come Ferrari questa multa ha un importo molto modesto, ma non è tanto questo che preoccupa i dirigenti del brand italiano.

Ferrari multata e preoccupata per il futuro

La cosa che spaventa di più Sergio Marchionne e soci e che nei prossimi anni questi limiti per cui Ferrari è stata multata saranno sempre più rigidi e dunque per case automobilistiche che producono super car come Ferrari diventa sempre più difficile poter rispettare la legge. Proprio da ciò, secondo gli addetti ai lavori, è derivata l’intenzione annunciata tempo fa da Sergio Marchionne di realizzare a partire dal 2019 per tutti i modelli presenti nella gamma dell’azienda di Maranello una versione ibrida. Questa dunque potrebbe essere considerata come l’inizio di una nuova epoca per il marchio automobilistico che ha fatto la storia del nostro paese per quanto concerne il mondo dei motori.

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia: premiata anche in Olanda come auto dell’anno

Ferrari
Ferrari: c’è preoccupazione per il futuro del cavallino rampante a seguito dei limiti sulle emissioni che in Europa diventano sempre più ‘stretti’

Leggi anche: FCA arresta la produzione di Fiat Ducato a Sete Lagoas in Brasile

I puristi tremano all’idea della comparsa dei primi motori elettrici

Ovviamente queste novità spaventano molto anche tutti gli appassionati ed in particolare i fan di lunga data di Ferrari che temono in futuro uno snaturamento dei veicoli che verranno prodotti a Maranello quando inevitabilmente arriveranno nella gamma i primi propulsori elettrici che notoriamente non emettono alcun rumore. Questo ovviamente cozza con la tradizione di Ferrari, che potrebbe essere messa a dura prova in futuro. Per il momento la casa italiana pensa a pagare la multa e va avanti, ma ovviamente la minaccia derivante dall’avanzata delle nuove tecnologie non fa dormire sonni tranquilli ai ‘Ferraristi’ più puristi. 

 

Lascia un commento

Loading…

Alfa Romeo Giulia: premiata anche in Olanda come auto dell’anno

Fiat X6H

Fiat X6H: il progetto sbarca in Italia, ecco le foto spia