in

Ford e Fiat Chrysler ritornano ai livelli di produzione pre-coronavirus

Ford e Fiat Chrysler prevedono di tornare ai programmi di produzione di pandemia pre-coronavirus nei loro stabilimenti statunitensi già da lunedì

Fiat Chrysler e Ford
Fiat Chrysler e Ford

Ford e Fiat Chrysler prevedono di tornare ai programmi di produzione di pandemia pre-coronavirus nei loro stabilimenti statunitensi già da lunedì. Il ritorno dei turni, che è stato confermato venerdì, è una pietra miliare per le case automobilistiche che cercano di soddisfare la domanda dei consumatori di pickup e SUV redditizi. “Siamo lieti di essere in grado di tornare al nostro normale schema operativo negli Stati Uniti lunedì – che è prima del previsto – perché la nostra forza lavoro e i nostri fornitori sono in grado di supportare”, ha detto la portavoce della Ford Kelli Felker in un comunicato via e-mail. “La sicurezza della nostra forza lavoro continua ad essere la nostra massima priorità.” Le azioni Ford sono aumentate di circa il 2% venerdì mattina a $ 6,47. Le azioni di Fiat Chrysler sono aumentate dello 0,6% a $ 9,41.

Ford e Fiat Chrysler prevedono di tornare ai programmi di produzione di pandemia pre-coronavirus nei loro stabilimenti statunitensi già da lunedì

Jim Farley, Chief Operating Officer di Ford, in precedenza aveva dichiarato che la società prevede di riportare la produzione nordamericana ai livelli pre-pandemici entro il 6 luglio. Ha affermato che la società continua a intensificare le operazioni in Messico, dove ha due impianti di assemblaggio.

Fiat Chrysler, secondo la portavoce Jodi Tinson, è tornata ai turni pre-pandemici in Messico. Ha rifiutato di commentare se gli impianti nordamericani sono tornati alla piena produzione. L’ultimo impianto di Fiat Chrysler a tornare ai turni pre-pandemici è Belvidere  in Illinois, che produce la Jeep Cherokee. Il secondo turno dell’impianto è previsto per il ritorno lunedì.

Le case automobilistiche hanno chiuso le fabbriche statunitensi a marzo mentre il coronavirus si diffondeva rapidamente in tutto il paese. Le case automobilistiche di Detroit hanno iniziato a riprendere la produzione di veicoli il 18 maggio. Gli ultimi stabilimenti negli Stati Uniti che hanno ripreso per Ford sono stati i terzi turni negli stabilimenti di Chicago, Dearborn, Michigan e Louisville, Kentucky. Le fabbriche producono principalmente pickup e SUV.

General Motors prevede di tornare ai livelli di produzione nordamericani entro la fine di giugno, se non prima, ha dichiarato l’amministratore delegato e il presidente della GM Mary Barra. Un portavoce GM ha confermato quei piani venerdì.

Ti potrebbe interessare: Fiat Chrysler promette di collaborare con i regolatori dell’UE dopo l’apertura dell’indagine

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento